Home » Attività » Categorie cosplay: quanti tipi di cosplay esistono?

Categorie cosplay: quanti tipi di cosplay esistono?

 

Salve a tutti, miei cari  Cosplayehz!

Nel mio primissimo articolo ho parlato del perché il cosplay si sia esteso a macchia d’olio in tutto il mondo. Dato il grande numero di persone, il cosplay si è evoluto, tanto da diversificarsi e creare delle sottocategorie. In questo articolo vorrei esporvi le diverse categorie di cosplay esistenti.

  1. Crossplay.

Non è altro che il cosplay di un personaggio del sesso opposto al proprio. Il caso di ragazze che  interpretano uomini, nasce dal fatto che spesso negli anime ci sono molti personaggi maschili dai lineamenti delicati, mentre nel caso di ragazzi che interpretano personaggi femminili l’effetto ricercato è spesso la comicità. Il fenomeno crossplay sta comunque prendendo sempre più piede.

  1. Original.

È come dice la parola stessa originale. Si tratta di un personaggio non esistente nel mondo videoludico, anime, cinematografico, fantasy ma creato dalla fantasia dell’individuo che ne disegna il modello e lo progetta, o lo fa progettare. Può essere creato dall’unione di più personaggi o essere totalmente di fantasia.

  1. Animegao.

O Dollers, sono personaggi somiglianti il più possibile a volti di ragazze di manga ed anime, con caratteristiche quali, bocca piccola, occhi grandi, capelli colorati ed acconciati in maniera particolare. Unisce sia la tipologia Original che il crossplay, in quanto spesso è praticato da ragazzi che riescono a camuffare completamente la loro identità.

  1. Steampunk.

La parola deriva da “steam” che significa vapore, fonte energetica tipica della Rivoluzione industriale e gioca con anacronismi e tecnologie, immaginando “come sarebbe il passato se il futuro fosse accaduto prima”. La Londra vittoriana è l’ambientazione favorita dagli autori steampunk, che popolano la città di automobili a vapore e computer con tastiere in ottone e cuoio. Questo stile artistico ha influenzato tantissimo i cosplayer tanto da crearne una categoria a sè. Spesso sono personaggi creati dalla fantasia di chi li progetta ma ci sono anche versioni steampunk di moltissimi personaggi esistenti.

  1. Gijinka.

Il termine deriva dal giapponese e si intende con esso l’umanizzazione di un personaggio non umano. La creazione di un gijinka è data dalla persona che può interpretarlo a modo suo, progettando l’intero costume a suo gusto. I personaggi più utilizzati per questo tipo di cosplay sono i Pokèmon, ma ne esistono moltissimi.

 

  1. Kigurumi.

Molto meno impegnativo del Gijinka, consiste nell’indossare felpe o pigiama larghi di personaggi  non umani. Molti non la ritengono una sottocategoria cosplay, però in fiera ci sono moltissimi kigurumi che animano la festa.

 

E voi che categoria preferite? Una di queste, vi ha colpito in maniera particolare? Fatemelo sapere!


Dicci la tua!

3 0

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami