Salve a tutti, cari FollowHz!

dopo l’annuncio alla Gamescom 2022, lo studio Striking Distance Studios ha annunciato diverse informazioni riguardanti The Callisto Protocol.

The Callisto Protocol: la trama

the callisto protocol

The Callisto Protocol è un horror in terza persona ambientato 300 anni nel futuro. Controlleremo Jacob Lee, detenuto della prigione di Black Iron, il carcere di massima sicurezza situato su Callisto, la luna morta di Giove. All’improvviso, gli altri detenuti si trasformeranno in creature terribili e Jacob potrà correre verso la libertà, notando quindi un lato positivo in questo orrore, ma cercando anche di scoprire gli oscuri e inquietanti segreti sepolti sotto la superficie di Callisto.

The Callisto Protocol: combat system, ray-tracing e supporto post-lancio

Jacob dovrà sopravvivere alla minaccia crescente degli orrori di Callisto tramite armi da mischia e a lunga gittata, in grado anche di manipolare la gravità come le armi che prenderà dalle guardie carcerarie per controllare i prigionieri.

Inoltre, il Chief Technical Officer
Mark James ha dichiarato come sia importante rendere al meglio gli effetti luci-ombre del gioco. Per questo motivo, alcune parti che vedremo saranno realizzate in Unreal Engine 5 con l’uso delle ombre raytraced ibride. Durante i lavori  inoltre, il team ha lavorato con Epic Games per aggiungere alcune caratteristiche ad Unreal Engine 5 focalizzate al crossgen.

Striking Distance Studios ha dichiarato che supporterà The Callisto Protocol con diversi DLC subito dopo il lancio per un anno intero. Il tema dei DLC è ancora vago per lo studio, c’è chi vorrebbe realizzare modalità di gioco diverse come a stampo survival horror, altri invece preferirebbero raccontare com’è scoppiata la pandemia su Callisto, tutte idee che trovo molto interessanti.

The Callisto Protocol: le varie edizioni del gioco

the callisto protocol

Il preorder del gioco sul Playstation Store include la skin per personaggio, armi “Retro Prisoner” e il pacchetto “Contraband” (dai contenuti sconosciuti, ma Schofield ha rivelato che ci farà comodo per sopravvivere). Per ora, però, non sembra previsto un upgrade del gioco da PS4 a PS5, quindi, saremo costretti a comprare il gioco per la precisa console che possediamo.

The Callisto Protocol: non idoneo al gamepass

Mark James, CTO di Striking Distance Studios, ha rilasciato una dichiarazione a cui non concordo molto dato che la realtà è ben diversa:

“The Callisto Protocol non è un gioco adatto a servizi com Xbox Game Pass, in quanto tutti i giochi indie singleplayer lineari non hanno vita semplice in un servizio di tal tipo. Microsoft ha i propri giochi per singleplayer all’interno del servizio, e penso che gli studi interni forniranno giochi per giocatore singolo.”

The Callisto Protocol: niente crunch per gli sviluppatori

Glen Schofield, CEO del team, ha pubblicato un tweet che è stato subito frainteso: si limitava a celebrare il suo team per il loro lavoro di 12-15 ore al giorno, 6-7 giorni a settimana per finire il gioco in tempo per l’uscita e i fan hanno subito pensato alla crunch culture. Quindi, di risposta, Schofield si è scusato precisando che in azienda viene valorizzata la passione e alla creatività e non le lunghe ore di lavoro.

Il gioco uscirà per tutte le piattaforme esclusa Switch il 2 dicembre.

Di seguito, il trailer:

E voi, siete convinti di questo nuovo horror? Ditecelo qua sotto!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *