Salve a tutti, cari FollowHz!

Alan Wake 2, il nuovo capitolo del gioco di Remedy, è sicuramente uno dei titoli principali annunciati ai The Game Awards 2021. Vediamo insieme com’è nato e cosa ci attenderà in questo sequel.

Alan Wake 2: Un Capitolo da Anni in Sviluppo

Alan Wake 2

A quanto rivelato da Sam Lake, volto di Max Payne nel videogioco e autore di Alan Wake, fin dalla fine del primo capitolo, Remedy ha iniziato a sviluppare il secondo capitolo. Per ben oltre 10 anni pensate, quindi, che Sam Lake, insieme a un piccolo team, si è riunito per poterlo realizzare. Perciò, come mai non è mai uscito prima, vi chiederete…

La risposta, sta semplicemente nei fondi mancanti, che però non hanno mai interrotto la passione per il team finlandese nella realizzazione di questo secondo capitolo. In particolare, Microsoft si era sempre offerta come publisher per l’azienda per quanto riguarda le versioni per le piattaforme Microsoft, ma preferì quella volta supportare l’uscita di Quantum Break su Xbox One e PC. Le idee che erano state date nel concept 2010 sono state poi riciclate nello spinoff di Alan Wake: American Nightmare e negli altri giochi della compagnia poiché, purtroppo, non erano convincenti per i publisher.

Successivamente, Remedy pubblicherà Control con 505 Games e quest’ultimo capitolo di Alan Wake con Epic Games nel 2023 per PC, PS5 e Xbox Series X.

Alan Wake 2: Un Sequel Giocabile Anche da Chi non ha Giocato il Primo

Alan Wake 2

Rispetto al primo Alan Wake, questo sarà un vero e proprio survival horror e sarà giocabile anche da chi ha evitato il primo capitolo, conferma l’autore. Certamente, però, consiglia sempre di giocarlo e di dare un’occhiata anche a Bright Falls, la serie prequel di Alan Wake, per poter capire meglio certi retroscena. Ma non soltanto: sembra che, con tutti i loro giochi, si parli di un vero e proprio Remedy Universe, per cui, sarà importante giocare a qualsiasi loro gioco per coglierne ogni riferimento in questo sequel.

Alan Wake 2: Un Nuovo Genere per Questo Capitolo

Il gioco, che sarà sviluppato col motore grafico Northlight poiché il team si trova a suo agio, è un survival horror poiché per Sam Lake è più in linea con la storia che già emergeva nel primo capitolo e, sempre per non cedere a compromessi, il gioco stesso è stato valutato con un rate M, ovvero, l’equivalente europeo del Pegi 18+, scelta liberatoria per l’autore.

Di preciso, Sam Lake ha dichiarato:

“La storia è molto centrale in qualsiasi cosa riguardi Alan Wake. Portiamo lo stile di Remedy su un survival horror e concentriamoci sulla storia, che è un profondo mistero, psicologico, stratificato in cui immergersi. si, fa paura, ma funzionerà molto molto bene con il gameplay”.

Alan Wake 2: Chi Si Cela nelle Vesti di Alan Wake?

Per quanto i fan sperino che si celi Jared Leto, l’attore più somigliante sembra sia Jake Gyllenhaal, anche se Remedy non ha dichiarato nulla di ufficiale a riguardo. Alan Wake 2 sarà, quindi, la sintesi di un percorso molto lungo, che si è evoluto nel corso del tempo con un’unica costante: la trama sarà ancora una volta centrale per la nuova avventura dello scrittore maledetto.

Quindi, non ci resta che aspettare l’estate 2022 per ulteriori novità e l’uscita del gioco nel corso del 2023.

Di seguito, il trailer:

Cosa ne pensate? Siete in hype per questo secondo capitolo rivoluzionario? Ditecelo qua sotto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *