Salve GameHz, 

quanti di voi hanno già portato a termine Elden Ring, il mastodontico gioco targato From Software? Per chi ancora sta vagando nelle Lands Between, vi spieghiamo i vari passaggi utili per sbloccare i finali di Elden Ring in un solo playthrough, tutti necessari per il raggiungimento del platino. 

Se quindi volete completare il gioco con lo stesso personaggio tutte le volte senza dover andare in NG+ sarà necessario crearsi un backup del salvataggio, da ricaricare nei momenti opportuni come è solito fare per i giochi della FromSoftware.  

Naturalmente la guida che segue contiene molti spoiler quindi per coloro che vogliono continuare a godersi l’avventura, sconsigliamo di proseguire e dare uno sguardo alla guida alle migliori build, alcune di queste nerfate con la patch 1.03. Come di consueto, i nomi e le scelte saranno lasciati in inglese per facilitarne la ricerca sul web. 

Importante: per completare tutti i finali di Elden Ring in un solo playthrough sarà necessario compiere tutti i passaggi del finale 2 “Age of the Stars”. Una volta seguita la storia e parlato con Melina nella grazia alla forgia dei giganti dovrete completare la main quest fino alla morte del boss finale “Elden Beast”. A questo punto sediamoci alla grazia “Fracturated Marika” e creiamo il backup da ricaricare per svolgere i vari finali. 

Primo finale di Elden Ring: Elden Lord 

Questo è il finale più facile da sbloccare al completamento del gioco, a meno che non si siano già fatti i passaggi per il finale Frenzied Flame, cosa che vi impedirebbe di sbloccare il finale Elden Lord. Questo finale sarà disponibile semplicemente interagendo con Marika dopo aver sconfitto la “Elden Beast” 

A sua volta, questo primo finale prevede di quattro varianti, vediamole insieme: 

  • Elden Lord – Age of Fracture: questa variante del finale sarà disponibile se il giocatore al completamento della main quest non ha portato a termine le sub quest che andremmo a vedere di seguito, rendendolo di fatto il finale più semplice in assoluto da sbloccare. 
  • Elden Lord – Age of Duskborn: questa variante sarà disponibile se si segue la storyline di Fia. Al completamento di quest’ultima dovrete scegliere “Use Mending Rune of the Death-Prince”, così facendo la runa della morte sarà restituita all’elden ring estirpando l’immortalità dalle Lands Between.
  • Elden Lord – Age of Order: questa ulteriore variante sarà disponibile seguendo la storyline di Brother Corhyn e Goldmask e al completamento di questa lunghissima questline dovrete invece scegliere l’opzione “Use Mending Rune of Perfect Order” per ottenerlo.
  • Elden Lord – Blessing of Despair: trattasi del vero bad ending in Elden Ring tra le varianti Elden Lord, ottenibile seguendo la storia del Dung Eater. Come i precedenti dovrete scegliere “Use Mending Rune of the Fell Curse” per portare la maledizione e disperazione nelle Lands Between. 

Elden Ring

Secondo finale di Elden Ring: Age of the Stars 

I seguenti passaggi per sbloccare questo finale potranno essere seguiti anche dopo aver sconfitto il boss finale, a patto che Renna la strega non sia morta. Tutto questo va però fatto prima di interagire con i resti di Marika. 

  • Step 1: una volta sbloccato Torrente, il destriero che ci accompagnerà per tutta l’avventura, dovremo tornare alla chiesa di Elleh e parlare con Renna scegliendo l’opzione “I can call the Spectral Steed”. 
  • Step 2: dopo aver sconfitto Shardbearer Radahn, recatevi alla Magione di Caria situata a nord di Liurnia e parlare con Renna in cima alla torre di Ranni e successivamente con i fantasmi alla base della torre. Infine, ritornate infine da Renna cosi saremo pronti per proseguire. 
  • Step 3: recatevi ora a Nokron, la città eterna che sarà disponibile dopo aver sconfitto Radahn. Per arrivarci sarà necessario attraversare il cratere creatosi a nord est di Fort Haight. Dopo aver sconfitto Mimic Tear, attraversate il ponte e girate a sinistra per trovare la grazia Ancestral Woods e avanzando attraverso i tetti, arriverete alla zona chiamata Night’s Sacred Ground. Proseguendo in questa direzione troverete l’evocazione più forte del gioco e l’oggetto che vi interessa per la quest, la Fingerslayer Blade che dovrete portare da Renna. 
  • Step 4: tornati da Renna questa vi darà la Carian Inverted Statue. Adesso la torre a nord rispetto a quella di Ranni sarà aperta e qui troverete un teletrasporto da prendere. Nel caso dovesse rimanere chiusa a causa di un bug recatevi alla Carian Study Hall e posizionate la statua.
  • Step 5: usando il teletrasporto vi ritroverete a Nokstella, Eternal City e poco più avanti troverete l’oggetto Miniature Ranni doll da raccogliere per proseguire. 
  • Step 6: una volta raccolta la bambola sedetevi alla grazia ed esaurite i dialoghi della miniatura di Ranni. 
  • Step 7: seguite il sentiero che ci porta all’interno della nuova area finché non verrete invasi da Baleful Shadow, piuttosto all’interno della città, poco prima del lago di marcescenza. Uccidete e raccogliamo la Discarded Palace Key, necessaria per aprire il forziere nello step 9. 
  • Step 8: oltrepassate ora Nokstella, Eternal City e superate il Lake of Rot. Dopo essere entrati nell’edificio vi troverete davanti alcuni nemici e alla base una bara, che ci ricorderà molto DS1 e DS2; interagite con essa per andare ad affrontare la bossfight Astel, Naturalborn of the Void.
  • Step 9: dopo aver battuto il boss ed aver attivato il luogo di grazia, teletrasportatevi da Rennala nella Grand Library di Raya Lucaria. Apriamo il forziere contenente il Dark Moon Ring. 
  • Step 10: tornate dove abbiamo battuto Astel. Qui troverete aperto il percorso che prima era sigillato, parliamo con Renna finché non scomparirà.
  • Step 11: una volta completata la main story troverete un segno di evocazione blu di fronte ai resti di Marika, interagendovi inizierà una cutscene.

    Complimenti avete appena sbloccato il più difficile tra i finali di Elden Ring.

Elden Ring

Terzo finale di Elden Ring: Lord of Frenzied Flame 

Per poter completare questo finale basterà recarsi nelle fogne della città capitale di Leyndell. Per accedervi, andate alla grazia Avenue Balcony.  

Se deciderete di seguire questi passaggi prima della distruzione della capitale, bisogna andare vicino al piede del drago; qui troverete un pozzo che ci condurrà nelle fogne.
Se invece la città è già stata distrutta andate alla grazia “Leyndell, Capital of Ash”; l’entrata per le fogne sarà poco più avanti. Una volta raggiunta la fine delle fogne vi scontrerete con Mohg, the Omen. Battetelo e proseguite fino alla base dove ci sarà una porta rossa:  attivate la grazia ed andate via senza aprirla, per ora. 

Dopo aver battuto il boss finale e fatto un backup del salvataggio tornate alla porta che avete lasciato chiusa nella capitale. Entrate nudi senza alcun equipaggiamento: vi verrà così consegnata una burning mark ma facendo ciò bloccherete il finale Elden Lord quindi attenzione. Tornate ora da Marika e completate l’ultimo dei finali di Elden Ring. 

Elden Ring

Così si conclude la nostra guida sui vari finali disponibili in Elden Ring, cosa ne pensate? Qual è secondo voi il migliore e quale quello canon? Fatecelo sapere nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *