Rieccoci qui, car* FollowHz!

Stavolta nessuna ricerca di psicologia, nessuna riflessione sul sessismo o sulle discriminazioni. Stavolta, voglio raccontarvi del mio mondo virtuale preferito: Il Paiolo Magico, un Gioco di Ruolo by forum in cui sto facendo crescere i miei personaggi dal lontano 2009.

Ve ne parlo oggi perché fra una settimana (il 6 aprile) sarà il quindicesimo compleanno di questo meraviglioso mondo e sentivo il bisogno di condividerlo con qualcuno.

Il Paiolo Magico si sviluppa come un GdR di scrittura: azioni, ambientazioni, pensieri,… tutto quanto viene accuratamente descritto dai giocatori, in ogni parte. Attraverso queste narrazioni scopriamo piccole parti della loro storia, le loro inclinazioni, i loro ricordi e riusciamo a immergerci totalmente in quella realtà permeata di magia e priva di tecnologia in cui J.K. Rowling, ormai più di vent’anni fa, ci ha fatti sentire speciali per la prima volta.

Nel corso del tempo si è evoluto, sfruttando i diversi canali di comunicazione che il mondo ci offre (potete vedere un bellissimo trailer datato 2015).

Ma anche creando eventi in cui conoscere i player: ogni anno prevediamo almeno due raduni, fermi causa covid, per chiunque abbia la possibilità di spostarsi, generalmente fra Milano e Roma ma, vista l’abbondanza di siciliani, si pensava di fare il prossimo a Catania; con eventi che uniscono fra loro la realtà On e Off Game, come per esempio gli Oscar del Paiolo, i cui vincitori si annunciano su Radio Strega Network, la nostra radio nata nel 2013 su Spreaker e arrivata durante il lockdown su Twitch, commentandoli da osservatori ma con dei premi per i personaggi.

Per non parlare della Tombola, delle interviste, del nostro giornale L’Eco di Hogwarts che trovate nella nostra edicola virtuale dal 2012 e che ci aggiorna su tutte le notizie del mondo magico!

L’ambientazione

Ormai tutte le persone conoscono Harry Potter: che lo vogliamo o meno, il maghetto con gli occhiali è stato sicuramente uno dei più fortunati casi letterari degli ultimi anni.

Ecco, Il Paiolo Magico ti permette di vivere la tua storia in quel mondo. La tua, perché i personaggi della saga non sono giocabili: sono vivi, come la storia canon vuole, ma conducono la loro vita tranquilla da qualche parte, a noi ignota.

Siamo ai nostri giorni, quindi. E appena arrivati possiamo decidere se giocare un mago o una strega alle prime armi, al suo ingresso al Castello (iniziando con un personaggio di 11 anni), oppure sviluppare un personaggio adulto. E da questo momento, il nostro personaggio inizierà a vivere la sua avventura, crescendo con noi.

Qual è la trama de “Il Paiolo Magico”?

Premetto che la trama del gioco è in continua evoluzione, ogni 2/3 anni viene cambiato il tema principale del gioco, attraverso una serie di quest. Il tema può impattare sui personaggi adulti, su quelli studenti o su entrambi i gruppi.

Trama del gdr

Oggi, il Mondo Magico sta vivendo un’epidemia senza precedenti (giuro, è iniziata prima del Covid, non volevamo!): il morbo di Helianthus ha mietuto molte vittime, maghi e streghe di tutto il mondo hanno ceduto alla malattia e la cura non ha portato gli effetti benefici sperati.

Ad Hogwarts la vita continua placidamente, nell’infondata certezza che tra le mura del castello gli studenti saranno al sicuro, ma tra le strade di Londra serpeggiano paura e tormento. Come se non bastasse, gli Ibridi continuano a sparire: lupi mannari, mezzi-Veela, Ifrit e Selkie lasciano le loro case per non farvi più ritorno.

Si è da poco scoperto che l’Eumaginethics, la casa farmaceutica incaricata dal Ministero della Magia per controllare e contenere la diffusione del virus, è corrotta e probabilmente ha diffuso il virus per un scopo molto più sinistro: scatenare il Mehenis.

Il mondo magico è allo stremo, in ginocchio d’innanzi all’impossibilità di guarire da una malattia che neanche i più potenti antidoti universali riescono a contrastare. Che sia la fine della popolazione magica?

Come funziona giocare un personaggio studente?

Inzio dal personaggio studente perché è quello che “spaventa” sempre un po’. Eh sì, perché il tempo su Il Paiolo Magico scorre così come scorre nel mondo babbano, quindi un personaggio studente raggiungerà la maggiore età (17 anni) dopo sette anni “reali”. Per esempio, la mia Zoey, il primo personaggio da me creato, è nata nel 1997 e dal 2009 al 2014 ha frequentato le lezioni previste al Castello.

Lezioni? Sì, lezioni. Ogni materia prevede due lezioni l’anno, una al primo semestre e una al secondo, ogni lezione dura 15 giorni; le materie sono quasi le stesse della Saga. Abbiamo Difesa Contro le Arti Oscure, Incantesimi, Pozioni, Trasfigurazione… ma oltre alle classiche del mondo di J.K. Rowling, ne Il Paiolo Magico possiamo trovare dei corsi esclusivi, ideati da noi: Laboratorio Oggetti Magici, Manipolazione della Mente, Magia Internazionale. Ce n’è per tutti i gusti, delle piccole quest o lezioni composte di teoria e pratica. E le lezioni non sono nemmeno obbligatorie! Infatti, ogni persona può scegliere quali corsi frequentare e, in base a quali corsi frequenterà, sbloccherà delle skills specifiche di quella materia.

Coppa delle Case, Il Paiolo Magico

La Coppa delle Case è ovviamente il nostro premio finale, ma non lasciatevi ingannare dall’immagine qui sopra! Il fatto che Grifondoro sia in vantaggio è un miracolo inspiegabile, anche per me che sono una Grifondoro.

E per i personaggi adulti?

I personaggi adulti possono lavorare (ideando anche progetti Off Game), frequentare l’Università Magica di Londra, frequentare i locali malfamati o i pub del forum (come, appunto Il Paiolo Magico, dal quale il forum prende il nome). Possono intessere le loro relazioni attraverso molte più quest degli studenti e senza quelle scadenze che gli studenti hanno a lezione; possono conoscersi durante gli Speed Date o partecipare alle feste organizzate per loro.

L’utilizzo dei personaggi adulti è recente sul forum, per questo sono in continuo sviluppo le possibilità di gioco: sentivamo la necessità di dare la possibilità di giocare un mago o una strega anche a chi non aveva il tempo di “farlo crescere”. Non per questo, però, la loro vita è quella di un comune babbano!

Per esempio, da qualche anno gli Auror stanno ricevendo sempre più spazio e proprio recentemente abbiamo aperto la nuova sezione di Azkaban. Per non parlare dei nostri Medici (anzi Medimagi) di fiducia, che possono scegliere se occuparsi di medicina di base, di veterinaria o di magipsicologia. E se io volessi andare a caccia di creature magiche, o di oggetti? Puoi farlo, così come puoi essere un Obliviatore o un Ministeriale. O, ancora, un Lupo Mannaro, un Vampiro, un Ifrit… insomma, con le giuste accortezze, puoi essere potenzialmente chi vuoi.

Eh sì, perché ne Il Paiolo Magico possono essere giocati personaggi di qualsiasi allineamento, con qualsiasi carattere.

L’unica sfida è la nostra fantasia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *