Buonasera FollowHz

Electronic Arts, già proprietaria del brand Fifa, ha acquisito Codemasters che per ben 11 anni ha detenuto il monopolio sui titoli automobilistici.  L’acquisizione della società d’oltremanica sarà completata nel primo trimestre del prossimo anno. Per concludere l’affare, sono serviti 1,2 miliardi di dollari, con i quali Electronic Arts ha battuto l’offerta di Take-Two di 870 milioni di dollari. Il rilancio di EA è arrivato all’ultimo minuto.

Cosi facendo EA, già proprietaria di Need for Speed, diventa la più grande società di videogiochi in ambito automobilistico, dato che con questa acquisizione entrano a far parte della società anche Formula 1, Dirt, Grid e Project Cars. La stessa società americana ha voluto precisare che l’intero assetto dirigenziale di Codemasters, comprensivo dell’amministratore delegato Frank Sagnier e del direttore finanziario Rashid Varachianon verrà cambiato dopo l’acquisizione. 

Electronic Arts

Electronic Arts e Codemasters: le opinioni

Gerhard Florin, presidente di Codemasters, in merito all’acquisizione ha affermato:

Entrambe le società condividono l’ambizione di guidare la categoria dei videogiochi di corsa. Questa unione fornirà un futuro entusiasmante e prospero per Codemasters, consentendo ai nostri team di creare, lanciare e fornire giochi e servizi migliori per un pubblico estremamente appassionato.

Andrew Wilson, amministratore delegato di EA, ha aggiunto:

Il nostro settore sta crescendo, la categoria dei videogiochi di corsa sta crescendo e insieme saremo posizionati per guidare una nuova era dell’intrattenimento da corsa. Con la piena influenza della tecnologia di EA, dell’esperienza della piattaforma e della portata globale, questa combinazione ci consentirà di far crescere i nostri franchise esistenti e offrire più esperienze di corsa che definiscono il settore a una base di fan globale.

Electronic Arts

La storia di Codemasters

La società venne fondata nel 1986 da Jim Darling e dai suoi figli David e Richard. Nel 1982 la famiglia aveva già avviato l’azienda di videogiochi Galactic Software, che nel luglio 1984 venne acquisita dalla Mastertronic, poi nel 1986 i Darling si misero in proprio di nuovo per fondare la Code Masters. Vista la data di nascita, la società risulta essere una delle più antiche produttrici di videogiochi britanniche.

Il 29 aprile 2008 la società ha annunciato l’acquisizione dello studio Sega Racing Studio e con il nuovo nome Racing Studio, ha sviluppato i giochi della serie Colin McRae Rally e Race Driver. Nel maggio 2008 la Codemasters ha acquisito i diritti della Formula 1, massimo campionato motoristico mondiale, potendo così sviluppare i giochi legati a essa su più piattaforme dopo anni di monopolio Sony. Dopo aver prodotto il videogioco ufficiale sulla stagione 2009 per Wii e PSP, nelle stagioni successive lo ha sviluppato per PS3 e PS4, Xbox 360, Xbox One e PC.

Negli ultimi tempi, le vendite di titoli automobilistici sono aumentate a tal punto da trasformare le gare automobilistiche virtuali, da semplice intrattenimento a vero e proprio attività sportiva. Infatti, sono sempre più i giocatori pro player nelle varie discipline degli eSports. Proprio la Formula 1 ha lanciato il suo campionato eSports nel 2017, utilizzando il videogame che è riuscito ad allargare la sua nicchia di utenti. 

L’IMPERO DI ELECTRONIC ARTS

Con questa acquisizione Electronic Arts va a creare un vero e proprio impero sportivo. Infatti EA, non solo possiede i diritti di Fifa, ma è anche proprietaria di altri titoli sportivi diversi dal calcio: football, baseball, hockey e adesso anche i motori. 

Come ben sappiamo, a causa (e non solo) di vicende legate alle lootbox in Fifa che in alcuni paesi europei sono state paragonate al gioco d’azzardo, parecchi utenti hanno iniziato a guardare la società con uno sguardo decisamente diverso anche se il titolo di punta, Fifa 21 rimane sempre primo nelle classifiche di vendita. Speriamo dunque che la dubbia impostazione che EA ha voluto dare ai titoli sportivi e non, non si allarghi anche ai titoli automobilistici. 

Cosa ne pensate di questa acquisizione? Cambierà qualcosa nello sviluppo dei giochi di gare automobilistiche?

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *