La Crisi di Mixer: 13 Reasons Why

Bentornati cari Followhz,

State pronti per esplorare l’ignoto!!!

I vari servizi offerti da Microsoft spaziano dal Cloud Gaming, con l’incredibile Project XCloud, per poi andare in direzione di librerie di videogiochi, parlando ovviamente dell’Xbox Game Pass, fino a toccare la vetta dello streaming di gameplay o eventi speciali. Mixer si è dimostrato fino ad oggi come un buon progetto in attesa del momento adatto alla sua globale diffusione.

Peccato che questo tanto agognato successo non sia mai arrivato, e la situazione sta precipitando pericolosamente. L’esclusività di figure professionali come Ninja o altri esponenti del mondo di Fortnite non è stata sufficiente per la sopravvivenza di questo sito, schiacciato da una concorrenza molto agguerrita e sempre pronta a stupire l’utenza. 

L’ultimo spiraglio rimasto per questa piattaforma si incentra sulla next-gen, in quanto tra le tante novità che abbiamo elencato recentemente (ecco a voi il Link al nostro recente articolo su tutte le news rilasciate da Phil Spencer), potrebbero celarsi anche nuovi contenuti per Mixer.

Piuttosto che speculare sul futuro di Xbox, soffermiamoci per un momento su questo presente incerto, sperando magari di trovare motivazioni valide riguardo questo pesante crollo. D’altronde, le ragioni dei flop commerciali possono essere sempre ed inevitabilmente trovate.

Uno dei più semplici problemi di Mixer è la sua venuta in una territorio che non lascia scampo ai nuovi arrivati, Con Twitch e Facebook Gaming forti di enormi collaborazioni. Il funzionamento dei suddetti siti è perfetto e manca di errori sostanziali, cosa che purtroppo non può essere detta anche per lo strumento di creazione contenuti di Microsoft.

Basti pensare che la piattaforma viola recentemente è divenuta elemento fondamentale per tutti gli appassionati di Esport, partendo dai tanti tornei di Dota 2 e Tekken 7, fino agli Internazionali Pokémon, ultimo innesto di questa immensa offerta.

La community risulta essere uno degli elementi fondamentali per il successo di una piattaforma, in quanto la serenità dell’utenza deve venire prima di ogni nuova aggiunta, con moderatori sempre pronti ad eliminare i fan più fastidiosi o insistenti.

Questa dose di giustizia virtuale è purtroppo assente su Mixer, dove la tranquillità non è mai assicurata. Incredibile come certa gente possa arrivare ad annoiare streamer professionali rimanendo completamente impunita. 

Altro problema fondamentale è quello dei server, che spesso e volentieri sono stati protagonisti di problematiche o pesanti ricadute, non fornendo sempre un  servizio funzionante. Una possibile spiegazione riguarda il malumore dei dipendenti.

Un malcontento che è stato rapidamente facilitato dal recente cambio gestione, in modo tale da far distrarre tutti i responsabili di Mixer per colpa di un cambiamento troppo repentino ed ingiustificato. Interessante sarà capire se questi elementi basteranno per far crollare definitivamente questo avversario dei siti di streaming più famosi al mondo. 

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nello spazio riservato ai commenti.

0 0 vote
Article Rating
Written by
Salve videogiocatori, mi chiamo Matteo Calvano, ho 16 e come potrete immaginare amo i videogiochi, anzi sono uno di quelli che li ritiene pura arte. Allenatore Pokémon dalla nascita, nel mio curriculum figurano mestieri come stratega, cacciatore di zombie e studente a tempo perso 😉

Diteci la vostra!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x