CASSE PREMIO E MICROTRANSAZIONI: UN SENATORE AMERICANO VUOLE VIETARLE

Salve a tutti cari followHz,
all’inizio dell’avventura di 4GameHz, mi feci promotore di una sorta di battaglia: quella contro le lootbox.
Di recente questo argomento è stato tirato in ballo da un Senatore americano tale John Hawley, che intende bandirle dai videogame destinati ai minori di 18 anni.
L’intenzione del senatore è quella di proteggere i minori da questi meccanismi che ricordano il gioco d’azzardo.

“Quando un gioco è disegnato per i ragazzi, gli sviluppatori non dovrebbero poter monetizzare l’assuefazione”, ha dichiarato Hawley in una nota. “E quando i ragazzi giocano con videogame disegnati per adulti, dovrebbe essergli impedito di accedere a microtransazioni compulsive. Gli sviluppatori consapevoli di questi meccanismi dovrebbero pagarne le conseguenze.”

La ESA ha dichiarato:

“Numerosi paesi (…) hanno determinato che le casse premio non rappresentano gioco d’azzardo. Speriamo di poter condividere con il senatore gli strumenti e le informazioni che l’industria ha già provveduto a implementare per consentire ai genitori di controllare le microtransazioni. I genitori dispongono già della capacità di limitare o proibire acquisti in-game grazie a semplici parental control.”

Cari followHz, sapete quanto mi stia a cuore l’argomento, credo che questo senatore abbia più che ragione, ma io aggiungerei una “clausola” (passatemi il termine) cioè: se in un mese sfori i 200 euro, ti nego temporaneamente la possibilità di accedere al profilo. 

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x