Home esport League of Legends, il campionato europeo LEC 2023 parte con il botto

League of Legends, il campionato europeo LEC 2023 parte con il botto

G2 incandescenti, Fnatic falsa partenza

0
73
League of Legends LEC 2023 Week 1

Ciao a tutti amici di 4GameHZ,

dopo un’astinenza di quasi 3 mesi dagli Esports di League of Legends, sabato 21 gennaio è finalmente partito il campionato europeo di League of Legends della nuova stagione 2023. Qui vogliamo spiegarvi i cambiamenti rispetto ai format competitivi passati e farvi un breve resoconto di quel che è successo in queste prime 3 giornate di competitivo di League of Legends LEC. Grandi cambiamenti, come ogni off-season, che hanno interessato specialmente il format competitivo, ma molti stravolgimenti sono avvenuti anche nei roster delle squadre.

Dopo la partenza dell’evento Fischio d’inizio, Riot per il LEC 2023 ha condensato le informazioni in un video di spiegazione del nuovo format del campionato europeo LEC, che nonostante la chiarezza d’esposizione di Quickshot, lascia ancora dubbi per via della complessità.

Cosa succederà in questo split di campionato di League of Legends?

Ecco il primo grande cambiamento: quest’anno SUPER WEEK ogni settimana. Le partite di ogni split si svolgeranno 3 giorni a settimana (sabato – domenica – lunedì, 5 partite al giorno) e ci saranno 3 split all’anno (invernale, primaverile, estivo) ciascuno della durata di 6 settimane. Al termine di ogni split ciascuna delle 10 squadre otterrà dei punti in base al piazzamento raggiunto. Le qualificazioni per i mondiali 2023 avverranno in base a questo sistema a punteggio. Ma ci sono altri cambiamenti.

Le 3 fasi di ogni Split 2023

Ogni split sarà composto da 3 fasi:

  • una prima fase “regolare” Best of One, con scontri diretti, che formerà una classifica iniziale e vedrà eliminate le ultime 2 squadre delle 10 totali;
  • una seconda fase Best of Three, chiamata “groups”, che dividerà le 8 squadre rimanenti in 4 gruppi in base al piazzamento conseguito in fase regolare (1a e 2a, 3a e 4a, ecc). Ogni squadra di ciascuno dei 4 gruppi verrà estratta a sorte in due gruppi (A e B) ciascuno contenente 4 squadre. I team più forti del gruppo A fronteggeranno i team del gruppo B che hanno ottenuto un piazzamento più basso durante la fase regolare. Questa fase culminerà con l’avanzamento di 4 squadre, 2 per ogni gruppo;
  • una terza fase “playoffs” Best of Five con un round iniziale in cui le squadre posizionate seconde nei gruppi A e B si scontreranno nella “losers semifinal” per poter giungere alla “losers final”. Una “winners final” dalla quale la squadra vincitrice avanzerà alla finalissima di stagione, mentre la perdente giocherà nella “losers final” contro la vincitrice della “losers semifinal”. Da quest’ultima best of five verrà decretata la seconda squadra che competerà nella finalissima per la conquista del titolo LEC.

Nuovi nomi vecchi volti: KOI e Team Heretics

Dopo avervi causato un po’ di mal di testa con questi tecnicismi… andiamo al sodo. Ci sono due nuovi nomi tra le 10 squadre europee, KOI e Team Heretics, che hanno acquisito gli spot rispettivamente dei Rogue e dei Misfits. Ma nella sostanza il roster e lo staff sono invariati.

Le sensazioni al termine della prima settimana di Winter Split LEC 2023

La prima settimana del Winter Split LEC 2023 appena terminata è stata incandescente. La patch attuale (la 13.1) permette continui rovesci dell’esito delle partite, con fight e skirmish improvvise rese possibile dalla velocità di movimento fornita dagli oggetti in gioco, ma anche dalle nuove feature della giungla (drago hextech e drago chemtech, con i portali sparsi nella mappa e i mega bulbi esplosivi che spingono due volte più lontano). Velocità, combattimento e imprevedibilità di risultato: tutto ciò portato al livello competitivo ormai radicato nella Lega Europea è quanto mai emozionante da seguire come spettatori. Difficile annoiarsi.

Guardando ai risultati di questa prima week ci sono alcune delusioni (in primis i Fnatic, che si sono però riscattati all’ultimo), alcune conferme (i G2, che sembrano in quella super forma del 2019), ma certamente un’alta qualità di gioco che conferma la forza della Lega Europea come una regione competitiva, al pari delle asiatiche LPL e LCK. Qualità portata da molti giocatori, alcuni rookie, alcuni veterani, alcuni veterani che si fingono rookie, altri appena atterrati dalla Korea.

I risultati delle partite della Week 1 del Winter Split LEC 2023

Veniamo alle partite:

DAY 1.
G2 ESPORTS – EXCEL: G2
KOI – BDS: KOI
ASTRALIS – TEAM HERETICS: TH
SK GAMING – MAD LIONS: MAD
FNATIC – VITALITY: VIT

DAY 2
SK GAMING – BDS: BDS
ASTRALIS – MAD LIONS: MAD
VITALITY – TEAM HERETICS: VIT
EXCEL – KOI: KOI
G2 ESPORTS – FNATIC: G2

DAY 3
SK GAMING – TEAM HERETICS: SK
EXCEL – BDS: EXC
G2 ESPORTS – ASTRALIS: G2
FNATIC – KOI: FNATIC
MAD LIONS – VITALITY: VIT

Il resoconto della prima Week di LEC 2023

Una prima settimana che vede nel ruolo di grandi vincitori i G2 e i Vitality, entrambi chiudendo 3-0. Ottimo risultato anche per i campioni uscenti KOI con un inizio 2-1. Deludenti i Fnatic, nonostante una prima settimana che li ha visti giocare contro le 3 squadre considerate le più forti del campionato. Altra delusione gli Excel che non hanno mantenuto le aspettative e l’hype generato dall’arrivo nel roster di nomi importanti come Odoamne (che non ha trovato performance all’altezza di un campione uscente) e Vetheo, ex MVP con i Misfits lo scorso anno.

Al netto della situazione, la classifica riflette comunque un divario ampio tra le prime e le ultime. Tra le prime, i G2 sembrano quelli più in forma. La performance con Graves e Viego del nuovo Jungler “Yike” sembra tranquillizzare chi rimpiange la partenza di Jankos. Il ritorno in casa G2 del support Mikyx, dopo due anni in altre squadre europee, e l’arrivo di uno dei migliori Ad Carry occidentali, Hans Sama, dopo un periodo nella lega americana, fanno il resto. Restano invariate la corsia superiore con BrokenBlade e la centrale con Caps, che nell’ultimo game della week ha giocato un formidabile e inaspettato Zac AP, per trollare un po’ gli ultimi in classifica Astralis.

Un’incognita sarà il futuro dei Fnatic. Porteranno un livello di gioco come quello visto nell’ultimo game della settimana contro i KOI, o manterranno performance simili a quella vista nel derby contro i G2?

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ricopia i numeri che vedi in basso *