Salve a tutti, cari FollowHz!

nonostante vari problemi relativi ad una chiusura improvvisa dei server del primo Overwatch da parte di Blizzard, problemi di accesso e attacchi DDoS, sembra che complessivamente l’apertura di Overwatch 2 sia tra le migliori dei free2play mai fatte.

Overwatch 2: i problemi risolti

Alla chiusura dei server del primo Overwatch, molti giocatori si sono giustamente lamentati di aver perso tutto, ovvero, progressi, skin e gli altri oggetti cosmetici, ma Blizzard ha subito messo le mani avanti assicurando che il database dei giocatori è perfettamente intatto e risolveranno il problema quanto prima dato che il gioco li riconoscerebbe come nuovi giocatori non permettendo loro quindi di sbloccare nuovi eroi, assieme a tutti gli altri problemi sorti come i problemi di accesso e un attacco DDoS, un problema che ovviamente il team garantisce di aver risolto.

overwatch 2

Un altro miglioramento apportato è una semplificazione dell’accesso, il quale non necessiterà più del SMS Protect, ma basterà accedere dalla piattaforma Battle.net, ma solo per i giocatori che hanno giocato al primo Overwatch a partire da domani 7 ottobre. L’accesso ai server rimarrà ancora molto lungo, ma col tempo, gli sviluppatori assicurano che i giocatori vedranno gradualmente la situazione migliorare con la risoluzione di tutti i problemi entro la fine della prossima settimana.

Overwatch 2: l’incomprensione di un nuovo inizio

Tutto sommato, come free2play, Overwatch 2 si preannuncia ancora come un guscio vuoto e le poche recensioni cattive puntano il dito su questo punto, cioè, sulla mancanza di novità concrete di reiterazione di una formula che molti utenti hanno letteralmente consumato investendoci centinaia di ore, ma per fortuna, la maggior parte delle recensioni sono positive proprio perché si sa che sia meglio aspettare che il gioco possa crescere.

Non mancherà, inoltre, l’inedita campagna singleplayer che però vedremo solo nel corso del 2023. Per ora, possiamo solo vedere una ridefinizione delle meccaniche e un roster pieno di nuovi personaggi molto ben caratterizzati, distinguibili per abilità ed equipaggiamento. Rimarrà il problema di molti free2play, ovvero, le microtransazioni, ma almeno il gioco sarà aggiornato ogni nove settimane.

Il gioco è disponibile in next gen PS5, Xbox Series X/S, PC e Nintendo Switch.

Di seguito, il trailer:

E voi, cosa ne pensate? Anche voi aspetterete un po’ di tempo prima di giudicarlo? Ditecelo qua sotto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ricopia i numeri che vedi in basso *