Bentornati cari FollowHz,

state pronti per esplorare l’ignoto!

Sea of Thieves offre un’esperienza unica ma complessa nel panorama videoludico, che necessita di una guida per i neofiti!

La Rare si é imposta nel medium dei videogiochi come una casa di sviluppo in grado di ideare prodotti divertenti e stratificati. La varietà di situazioni di gioco possibili in un Banjo Kazooie non ha eguali, data la mole di livelli dalle idee più disparate, come giungle mortali, villaggi esoterici e aree segrete.

Il patrocinio degli Xbox Game Studios ha dunque consolidato il già rinomato talento del citato team, in grado per questo di prendersi qualche rischio in più grazie alle sorprendenti concessioni di Microsoft. Un’idea che ha garantito la creazione di Sea of Thieves. Il titolo nasce come un action-adventure a tinte survival, inserito in un mondo piratesco profondamente sandbox.

Nella citata esperienza, interpreterete un pirata di vostra creazione, completamente personalizzabile, che si avventurerà negli impervi mari di Sea of Thieves alla ricerca di tesori, fortuna e nuovi titoli. Un lungo percorso, che ha condotto milioni di giocatori verso l’agognato appellativo di Pirata Leggendario, oltre il quale si è pronti ad intraprendere alcuni fra i più rischiosi viaggi del gioco.

Prima però di raggiungere tali vette, è bene comprendere come funziona Sea of Thieves, analizzando le meccaniche di Gameplay, le possibilità narrative e contenutistiche nonché l’incredibile rapporto di ogni singolo player con la community. 

1. Sea of Thieves – Prima volta su una nave?

Sea of Thieves

Una volta entrati in Sea of Thieves, vi troverete davanti ad una serie di azioni introduttive da compiere prima di imbarcarvi nei suoi liberi mari. Innanzitutto dovrete scegliere l’aspetto preliminare del vostro pirata, preso da una lista di ritratti molto suggestiva. Io, ad esempio, ero stato catturato da un bucaniere mezzo cieco ma dall’aria simpatica. Se viaggi per mare con la vista di una talpa devi essere sinceramente coraggioso!

Scelto il proprio aspetto, uno dei primi consigli che mi sento di dare ai neofiti è quello di giocare il Tutorial, in grado di donare una generale infarinatura su alcuni comandi di base e meccaniche non proprio di facile comprensione. All’interno, infatti, vi verrà spiegato come combattere contro i temibili scheletri delle varie isole, sfruttando armi bianche come la spada o armi da fuoco di varia natura; come trovare e dissotterrare i tesori, pieni di ricchezze da rivendere agli avamposti; come guidare la nave nelle sue prime traversate, levando l’ancora, abbassando le vele e gestendone l’angolazione a seconda del vento, indicato da pratiche linee bianche.

Nonostante questo primo obbligato passaggio sia chiaro e molto utile, non rappresenta nemmeno la punta dell’iceberg di innumerevoli strumenti che vi troverete ad utilizzare nel tempo e di eventi di gioco che vi si pareranno davanti. Tutti elementi che pian piano vi diverranno chiari esplorando l’incredibile mondo di Sea of Thieves, la cui incantevole atmosfera crea alcuni dei migliori tramonti della storia dei videogiochi, nonché vi farà provare tra le più emozionanti storie che mai potrete vivere in un videogioco, tra bussole che indicano ricchezze lontane, navi di altri giocatori pronte ad assaltarvi e Megalodonti da sfidare per utilissime risorse.

2. Sea of Thieves – Il mio tesoro? Se lo volete…cercatelo!

Sea of Thieves

La conoscenza deve essere sempre affiancata da un grande senso dell’avventura, e Sea of Thieves non può che risvegliare una curiosità recondita in voi. Il titolo lascia la libertà al giocatore di scegliere il proprio percorso, offrendo solo spunti generali e obiettivi a lungo termine. Tutta l’esperienza si basa su un loop gameplay di ottima fattura. Acquistato un viaggio da uno dei rivenditori in gioco, vi basterà salpare seguendo mappe o indicazioni fornite dal committente e trovare i tesori ricercati, eliminando le creature che li proteggono e riportando le ricchezze all’Avamposto pronte per essere rivendute.

Il modo in cui questo viaggio si svolge, però, è di tutta altra pasta, rivestito di una grande serie di eventi temporanei, avvenimenti casuali e incontri con altri giocatori. Infatti il gioco è perennemente connesso ad internet, con server da massimo sedici altri pirati. L’incontro con i player presenta toni davvero suggestivi, potendo attivamente parlare tramite microfono per stabilire alleanze o devastare le reciproche navi, cercando di colpire il pesce più grosso dell’Oceano.

Abbiamo già citato l’opzione di diventare Pirata Leggendario, ma specifichiamo meglio il modo per arrivare a tale traguardo. In Sea of Thieves ci sono tre fazioni che vi si presenteranno una volta avviate le prime partite: l’Ordine delle Anime, basato su relique come Teschi, Gemme e altri oggetti esoterici; i Cacciatori d’Oro, che cercano ardentemente ogni minimo cimelio dorato che recupererete nelle vostre avventure; l’Alleanza del Mercante, desiderosa di casse del tesoro, compravendita di materie prime e residui vari usati in mare aperto.

Questi tre Emissari devono dunque essere portati al livello 50 rivendendo i prodotti ricercati da ciascuno, in modo da sbloccare un nuovo dialogo con l’Uomo Misterioso che troverete in Locanda. Quest’ultimo vi darà una canzone speciale, che se suonata con lo strumento a disposizione del giocatore, condurrà in una zona segreta della Taverna, dove reclamare l’agognato titolo. Le ricompense per questo stancante percorso sono però molto ghiotte. Infatti, oltre ad una serie di elementi cosmetici esclusivi che dimostreranno la vostra lunga permanenza in game, vi verrà concesso di servire nuove alleanze, rappresentate dalla Fortuna di Atena, a cui rivendere tesori unici che frutteranno immense somme di denaro, e le Ossa del Mietitore, che vi includeranno nel sottotesto PvP del grande mondo di Sea of Thieves.

L’uso della moneta in gioco è altresì molto innovativo, dato che si baserà sull’aspetto del vostro pirata e sulle caratteristiche degli oggetti ed armi a vostra disposizione, potendoli migliorare sensibilmente con un’ingente e faticata spesa dopo immensi pericoli.

3. Sea of Thieves – La Bellezza della Community.

Sea of Thieves

Ovviamente molte di queste avventure non potranno essere vissute da soli, ma avranno bisogno di una ciurma di altri giocatori. Le tipologie di navi che potrete utilizzare, infatti, cambieranno a seconda del numero di player trasportabili, alternando rapidi Sloop, ovvero vascelli a singolo giocatore piccoli e agili, fino ai grossi Galeoni, con 4 compagni intenti nella gestione di questi colossi del mare. La mia permanenza nella Community di Sea of Thieves è stata quanto mai meravigliosa, trovando sempre nuovi volti simpatici e disponibili, in grado di aiutare un nuovo mozzo come me a scoprire tutti i segreti del gioco, e le attività svolte dagli innumerevoli server sono tantissime.

Esempi sono i Jump, ovvero sessioni di gioco con più navi di una stessa community in un unico server a compiere missioni molto complesse, fino a vere e proprie speedrun e corse all’oro che potranno mettervi a durissima prova. Inoltre per i neofiti del titolo, molti gruppi mettono a disposizione una funzione di mentoring, basata su esperti che approfondiranno i vari contenuti di Sea of Thieves.

Una volta iniziato questo lungo percorso, vi immergerete in un universo incredibile, che vi garantirà lunghi momenti di gioia e divertimento. Rollercoaster di emozioni, tra la paura di incontrare Pirati pronti ad affondarvi alla sorpresa per una scoperta inaspettata, fino all’ottenimento di nuovo equipaggiamento. Una costante evoluzione affiancata da una storia in continuo aggiornamento, con nuovi contenuti all’arrivo delle nuove stagioni. Il tutto incluso, ovviamente, in Xbox Game Pass.

Cosa ne pensate di questa guida? Fatecelo sapere nello spazio riservato ai commenti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *