Salve a tutti, cari FollowHz!

Embracer Group sta iniziando a diventare famosa in un modo originale: ha raggiunto un accordo con Square Enix per l’acquisizione dei principali studi occidentali dell’azienda, ovvero Crystal Dynamics, Eidos Montreal e Square Enix Montreal.

Square Enix: vendere per rinascere

square enix

Square Enix si è vista costretta a vendere molti dei suoi studi occidentali ad Embracer Group insieme a diverse IP di successo a 300 milioni di dollari. Le cause sembrano essere sia aziendali, sia flop commerciali costituiti dai giochi Marvel, da qui il motivo del prezzo basso di vendita, come ha spiegato il consulente di Astria Advisory Japan David Gibson, visto che la sede giapponese ha perso più di 200 milioni di dollari in due anni solo a causa del flop dei giochi Marvel.

In particolare, Marvel’s Avengers, nonostante una partenza solida con circa due milioni di unità vendute, non è riuscito ad assicurare introiti stabili sul lungo periodo costando, invece, decine di milioni a Square Enix a causa della sua struttura live service deludendo anche il presidente Matsuda. Al contrario, Marvel’s Guardians of the Galaxy è stato accolto molto bene da critica e pubblico, ma il lancio non è stato quello sperato e le vendite sono state inferiori alle aspettative.

Square Enix e Embracer Group: il loro futuro

C’è da specificare che l’operazione è attualmente in corso e sarà approvata nel secondo trimestre fiscale dell’anno 2022/23, ovvero tra luglio e settembre. Una volta ricevuta l’approvazione, diverse IP tra cui Tomb Raider, Deus Ex, Thief e Legacy of Kain saranno di proprietà di Embracer Group. In questo modo, lo studio svedese potrà contare su ben 14.000 dipendenti e 124 studi sparsi per il mondo, e ben 230 videogiochi in sviluppo, tra cui più di 30 Tripla A, mentre Square Enix ha già dichiarato che i soldi ricevuti da tale vendita li investirà nell’aumento del proprio valore accelerando la crescita di alcuni core business, e di lanciarne di nuovi con investimenti in settori tra cui blockchain, IA e Cloud.

square enix

Lars Wingefors, il CEO di Embracer Group, ha svelato alcuni dei piani del fortunato studio svedese, tra cui l’investimento nei free-to-play e in nazioni quali Regno Unito, Stati Uniti, Polonia, Francia e Cina. Non solo nel campo videoludico, ma anche nel campo dell’animazione (che sicuramente rafforzerà anche lo sviluppo videoludico aziendale), l’azienda ha anche di recente acquistato la Dark Horse, la più grande casa editrice di fumetti “solo” dopo Marvel e DC Comics.

Square Enix sulle produzioni occidentali

Nonostante questo snellimento aziendale, Square Enix ha voluto precisare che i giochi occidentali saranno normalmente pubblicati.

“Le funzioni di sviluppo della compagnia riguarderanno gli studi in Giappone, Square Enix External Studios e Square Enix Collettive. Gli studi occidentali della compagnia continueranno a pubblicare i loro franchise”.

ha chiarito l’azienda, grazie agli studi di loro proprietà come Square Enix External Studios, una divisione con base a Londra che si è occupata in passato di Just Cause e Life is Strange, Sleeping Dogs, Batman: Arkham Asylum (prima che la serie passasse interamente a Warner Bros) e come Square Enix Collective, il reparto di supporto e pubblicazione indie di Square.

E voi, cosa ne pensate di questi investimenti delle due aziende? Ditecelo qua sotto!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *