Wanted: Dead, annunciato nel Tokyo Game Show 2021, è tornato a mostrarsi in un recente trailer.
In seguito al filmato, che trovate qui sotto, vi sveleremo tutti i dettagli che sappiamo a proposito di questo atteso titolo.

Quella festeggiata lo scorso 14 febbraio dagli sviluppatori di Soleil (che vanta ex membri di Team Ninja) è indubbiamente una festa di San Valentino alternativa.
Mettendo da parte le canoniche ambientazioni a lume di candela e le scatole di cioccolatini a forma di cuore, hanno scelto invece di regalarci un trailer ricco di adrenalina e spargimenti di sangue.
L’anonimo e stereotipato Diner che fa da sfondo al filmato, forse non è la location più elegante, ma può anche essere adatta per l’occasione e l’evocativa Inspector Mills degli America garantisce un sottofondo adeguatamente alienante per la feroce carrellata di sparatorie e smembramenti che costituiscono il fulcro di questa presentazione.

Ma vediamo nel dettaglio quali aspetti di questo Wanted: Dead ci hanno colpiti e quali caratteristiche lasciano ancora qualche dubbio.

Wanted: Dead
Le ricche e sfaccettate fasi di combattimento rappresentano il solido pilastro su cui si basa l’intera produzione.

Gli ingredienti per un (probabile) successo

Ciò che si evince in modo piuttosto cristallino dal trailer è che Wanted: Dead si propone apertamente di non fallire in quelle che sono le promesse di offrirci uno Stylish Action esattamente come ce lo potremmo aspettare.
E questo non rappresenta affatto una criticità.

Diciamolo chiaramente: i riferimenti (spesso esageratamente espliciti) ai pilastri del genere sono tutti in bella mostra e ci vengono gettati spudoratamente in faccia ogni manciata di secondi, ma sono proprio i granitici parametri stabiliti a loro tempo da questi capostipiti del genere ad averci abituati (e resi esigenti) nell’aspettarci e forse addirittura pretendere determinati stilemi, senza mascherarli troppo.

Non sarà certamente un’analogia casuale, ma l’offerta abbondante di cliché tipici di questo stile videoludico ci viene proposta, immagine dopo immagine, proprio come se fossimo seduti ad un diner e sfogliassimo un menù ricco di portate dai colori eccessivamente saturi.

Dialoghi marcatamente sopra le righe? Preso!
Immagini esplicitamente allusive? In abbondanza.
Katana scintillante ed affilatissima? C’è.
Procace cameriera? Ne prendo due!

Wanted: Dead
La squadra al completo, mentre si riposa all’Atomic Heart Restaurant.

La pesante eredità dei capostipiti

In base agli elementi condivisi fino ad ora, la trama ruota attorno ad un gruppo di militari di Élite che opera al di fuori delle normali “regole” previste dalle forze di polizia, sotto il comando della bellissima e letale Hannah Stone, il personaggio che controlleremo all’interno del gioco.

Una squadra con personalità caratteristiche, guidata da una carismatica figura femminile, inserita in una Hong Kong dalle tinte profondamente Sci-Fi e Cyberpunk nella quale si è creata una profonda voragine tra gli individui “innestati” di apparecchi cibernetici ed i “puristi” che hanno rifiutato ogni sorta di contaminazione.
Sono indubbiamente solidi elementi su cui costruire una produzione accattivante.

Non sono stati condivisi ulteriori dettagli a riguardo ma, ciò che risulta evidente, è che il frenetico, complesso e ricco sistema di combattimento farà da fulcro per tutta la produzione.

Ed è proprio in questo dettaglio che si inserisce prepotentemente la necessità di confermare le aspettative generate dai numerosi, chiari, riferimenti ai capostipiti del genere a cui Wanted: Dead dichiara spudoratamente di appartenere e dai quali raccoglie generosamente elementi distintivi e caratteristici.

Definendo l’Atomic Heart (il Diner che si vede nel trailer) come fulcro di pianificazione e luogo di ristoro per i protagonisti è innegabile il riferimento alla centralità di questi locali caratteristici, analogamente al Gates of Hell ed al Devil May Cry.

Se la funzione del ristorante è meramente ambientativa, l’influenza di Hideki Kamiya di Bayonetta sul combat system è palpabile nonostante, da quello che si evince dal trailer, si siano ricercate maggiori profondità ed attenzione, forse proprio grazie alla mano del Game Director Hiroaki Matsui al quale i vari Ninja Gaiden devono molto.
E l’attenzione per i movimenti della Katana e gli smembramenti, non possono non ricordarci l’eccezionale Metal Gear Rising: Revengeance.

La versatilità data dalla scelta tra il gestire le fasi di combattimento con armi bianche o armi da fuoco, il complesso sistema di smembramenti ed animazioni di combattimento e la possibilità di attivare una modalità slow-motion in determinate fasi dell’azione sono tutti significativi elementi di una ricetta che può assolutamente dimostrarsi vincente.

Wanted: Dead
Dark Sci-Fi e Cyberpunk sono elementi distintivi dell’ambientazione di Wanted: Dead.

Se l’azione ed il sistema di combattimento promettono una solidità ed una versatilità ai massimi livelli, è il comparto tecnico (almeno da quello che possiamo vedere al momento) a lasciare qualche incertezza.

Il titolo, stando alle attuali dichiarazioni, verrà rilasciato esclusivamente su console di nuova generazione (PS5 e Xbox Series S|X) e su PC ma un insieme di texture poco ispirate ed una carrellata di modelli dei personaggi a tratti poco convincenti, lasciano qualche dubbio su questa scelta.

Stando alle immagini, il comparto grafico sembra abbastanza datato e di certo non in linea con l’hardware sul quale è stato scelto di pubblicarlo ma, essendo la finestra di lancio possibile indicata verso fine 2022/inizio2023, confidiamo che il team di sviluppo sarà in grado di rifinire ulteriormente questo titolo che, trailer alla mano, possiamo assolutamente consigliarvi di tenere d’occhio.

Vi lasciamo con lo stralcio del comunicato stampa diffuso da 110 Industries:

“I giocatori assumono il ruolo della Luogotenente Hannah Stone, mentre avanza passo dopo passo all’interno di una pericolosa ed oscura Hong Kong Cyberpunk in qualità di leader della Zombie Squad, un team Élite che opera al di fuori della tradizionale giurisdizione delle forze di polizia.
Ti innamorerai delle formidabili abilità di combattimento della Stone le quali, combinando stile ed efficacia, offriranno grandiose sequenze in slow-motion, la capacità di impartire ordini ai tuoi compagni di squadra e una complessa meccanica di mutilazioni che modifica gli schemi di attacco del nemico”.

“Il tuo appuntamento per questo San Valentino si fermerà all’Atomic Heart Restaurant.
Offrendoti una pausa dal ritmo frenetico ed adrenalinico delle fasi di combattimento, il ristorante rappresenterà un luogo nel quale la Luogotenente Stone potrà rilassarsi, mentre si godrà cibo e bevande che le garantiranno potenziamenti da utilizzare all’interno delle pericolose missioni che dovrà affrontare.
Durante queste fasi di relax, avrai inoltre la possibilità di conoscere a fondo l’eccentrico gruppo di personaggi che completano la sua squadra.”

“Siamo entusiasti dalla risposta ricevuta da stampa e pubblico dal momento in cui abbiamo annunciato Wanted: Alive.
Tutti sembrano aver abbracciato il particolare stile e il tono sopra le righe al quale puntiamo (per questo titolo)!”

Ha comunicato lo scorso anno Sergei Kolopashkin, fondatore e direttore creativo per 110 Industries.

“Speriamo che tutti voi apprezziate questo regalo per San Valentino. Prometto che, durante quest’anno, arriverà molto altro, quindi tenete gli occhi aperti!”.

 

E voi cosa ne pensate di Wanted: Dead?

Siete amanti del genere Stylish Action?

Ditecelo nei commenti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *