Salve a tutti, cari FollowHz!

Il countdown sul sito Capcom è finito e ha rivelato ciò che in molti sospettavo: il nuovo Street Fighter 6, il nuovo capitolo della lunga saga di picchiaduro Capcom, con un teaser e la Capcom Fighting Collection, una raccolta che include 10 classici dei picchiaduro con vari extra e nuove funzionalità per PC e console.

Street Fighter 6: Cosa Sappiamo

Come potete vedere nel teaser (in fondo all’articolo), vediamo solo Ryu e Luke intenti a sfidarsi e la grafica mi ricorda leggermente quella di Tekken7. Ci saranno solo nuovi dettagli quest’estate. Il filmato è stato presentato al termine del misterioso countdown lanciato sul sito Capcom alcuni giorni fa e durante la Season Final del Capcom Pro Tour 2022.

Capcom Fighting Collection: Il Secondo Annuncio Capcom

street fighter 6 capcom fighting collection

Oltre a Street Fighter 6, Capcom ha annunciato Capcom Fighting Collection con un trailer: si tratta di una raccolta per PS4, Xbox One, PC e Nintendo Switch in uscita il 24 giugno 2022 (probabilmente, il giorno coincide con le novità di Street Fighter 6) che include 10 grandi classici del genere picchiaduro arricchiti di vari extra, tra cui il multiplayer online con rollback netcode. Tale collection sarà disponibile sia in formato fisico che digitale.

Di seguito, il contenuto della collector con la spiegazione dei giochi originali. Essendo stati distribuiti perlopiù in Giappone ed essendo molto vecchi, potreste non sapere come funzionano, ma sappiate che potrebbero cambiare in questa nuova edizione:

  • Darkstalkers: The Night Warriors: Il primo capitolo della saga Darkstalkers firmata Capcom con dieci personaggi giocabili (Demitri Maximoff, Jon Talbain, Victor von Gerdenheim, Lord Raptor, Morrigan Aensland, Anakaris, Felicia, Bishamon, Rikuo e Sasquatch), oltre a due boss non giocabili (Huitzil e Pyron). Il gioco ha un sistema di gioco simile alla serie di Street Fighter II, ma con diverse nuove funzionalità di gioco come Air Blocking, Crouch Walking e Chain Combos, ma a differenza dell’indicatore Super Combo in Street Fighter Super Turbo, lo Special in Darkstalkers si esaurisce gradualmente a meno che il giocatore non esegua la sua super mossa, impedendo ai giocatori di preservare le proprie super mosse per un uso successivo.
  • Night Warriors: Darkstalkers’ Revenge: Secondo capitolo della saga Darkstalkers, ha gli stessi personaggi del precedente capitolo, più due cacciatori di vampiri, Donovan Baine e Hsien-Ko. Nel gioco, vengono introdotte le combo a catena e si può scegliere tra uno stile di gioco “normale” o uno che offre il blocco automatico e i due boss del primo gioco, Huitzil e Pyron, sono qui giocabili. 
  • Vampire Savior: The Lord of Vampire: Terzo capitolo della saga Darkstalkers, non ha Donovan, Huitzil e Pyron ma ci sono quattro nuovi personaggi: Jedah, Lilith, Q-Bee e B.B. Hood. Vengono introdotti due nuovi combat system: il “Damage Gauge System” che fa svolgere gli scontri in un unico round, con ogni combattente con due barre della vita e corrispondenti segnalini vita, simile a quello visto visto su Killer Instinct. Quando un combattente perde un segnalino vita dopo che la barra della vita è stata svuotata, i combattenti ripristinano le loro posizioni come se iniziassero un nuovo round, ma il combattente vittorioso mantiene la barra della vita rimanente. Quando il giocatore viene attaccato, parte della salute persa viene visualizzata in bianco, che può essere recuperata se il giocatore non subisce più danni. Il secondo è il “Dark Force System” che utilizza una barra o un supermetro per consentire ai giocatori di eseguire abilità speciali uniche per ogni personaggio per un periodo limitato.
  • Vampire Hunter 2: Darkstalkers’ Revenge: al contrario di ciò che sembra, si tratta di una modifica di Vampire Savior: l’assenza di Jedah Dohma, B.B.Hood, Q-Bee e Lilith, sostituiti dai i personaggi scomparsi di Night Warriors: Darkstalkers’ Revenge: Pyron, Donovan Baine e Huitzil che non apparivano originariamente in Vampire Savior.
  • Vampire Savior 2: The Lord of Vampire: ennesima versione alternativa di Vampire Savior con l’aggiunta di: Donovan Baine, Huitzil e Pyron mentre omette Jon Talbain (Gallon), Rikuo (Aulbath) e Sasquatch.
  • Red Earth: è un picchiaduro arcade distribuito principalmente in Giappone in cui ci sono quattro personaggi giocabili e otto quelli comandati dalla cpu. Le modalità sono solo “Quest” e “Versus“. La prima è quella dove il giocatore dovrà cercare, una volta scelto il personaggio, di portare a conclusione l’avventura, liberando il mondo di Red Earth dalle forze oscure che lo hanno invaso; la storia è leggermente differente a seconda del personaggio, ma è comunque composta da otto tappe, oltrepassando le quali si può ottenere esperienza e relativi bonus; cambiano le località di partenza in base al personaggio scelto. La seconda modalità è banalmente a due giocatori uno contro l’altro, ma la scelta tra il roster di 12 personaggi è limitata ai quattro eroi della modalità Quest. Red Earth dispone di un sistema di salvataggio password raggiunto un certo livello. Inoltre, Red Earth è uno dei pochi giochi Capcom a disporre di “mosse finali” brutali, che includono fendenti verticali od orizzontali in grado di tranciare in due l’avversario, di decapitarlo, di frantumargli gli arti, di mozzargli organi, di dilaniarlo.
  • Cyberbots: Fullmetal Madness: è un picchiaduro del 1995, spinoff del picchiaduro Armored Warriors, venduto anche questo principalmente in Giappone. Ha un massimo di due personaggi giocabili sullo schermo ed è simile alla serie Armored Core, gambe diverse (che influenzano le capacità di movimento), braccia (che influenzano la portata e le capacità di mischia) e armi che possono essere mescolate e abbinate tra i robot selezionabili a disposizione del giocatore. Il gameplay in Cyberbots è simile ad altri giochi di combattimento creati da Capcom, con un elenco di comandi di medie dimensioni per l’esecuzione di vari attacchi disponibili per ogni singolo robot. Ogni robot ha anche un indicatore che si carica di energia ogni volta che colpisce un avversario o i pulsanti di attacco vengono premuti contemporaneamente. Una volta che l’indicatore è completamente carico, il giocatore può eseguire una “super speciale”.
  • Super Gem Fighter Mini Mix: si tratta di un piacchiaduro coi personaggi “super deformed”, ovvero anatomicamente irreali, dalla testa spropositata e dal corpo minuscolo presi da Super Puzzle Fighter II Turbo, un puzzle game dove però in questo titolo si sfidano in duello, ognuno per un determinato motivo (in maniera simile a come accadeva in Bloody Roar, anche se era tramite un’opzione).
  • Super Puzzle Fighter II Turbo: è il videogioco rompicapo che riprende personaggi, livelli e musiche delle serie Street Fighter e Darkstalkers riadattandoli allo stile grafico super deformed. Il gioco aveva una schermata “contenitore” simile a quella proposta in Tetris e il giocatore affronta la caduta verticale di blocchi a forma di gemme carrè in gruppi di due che riempiono sino a 6 colonne di 12 gemme in lunghezza. I blocchi in movimento possono essere spostati a destra, a sinistra oppure spinti verso il basso per accelerarne la caduta. 
  • Hyper Street Fighter II: un picchiaduro nato arcade solo per commemorare il 15° anniversario della serie Street Fighter. Si tratta di un port modificato di Super Street Fighter II Turbo in cui i giocatori possono controllare qualsiasi versione dei personaggi principali dei cinque giochi di Street Fighter II precedentemente rilasciati per le sale giochi.

Le novità principali che già sappiamo sono l’aggiunta della training mode per tutti i giochi tranne che per Super Puzzle Fighter II Turbo, la modalità spettatore, modifiche al bilanciamento e quality of life tra cui salvataggi rapidi, nonché un museo digitale interno con oltre 500 contenuti tra artwork, concept art, documenti di design, e oltre 400 tracce musicali. Come potete notare, quindi, questa Capcom collection sarà importante per potersi recuperare titoli usciti solo in Giappone.

Di seguito, il trailer:

E voi, siete più curiosi di conoscere questi picchiaduro principalmente vissuti in Giappone o aspettate di più questo nuovo Street Fighter? Ditecelo qua sotto!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *