Salve a tutti, cari FollowHz!

Durante la Gamescom, il 26 agosto, è stato trasmesso il Future Games Show, lo show che, come dice il nome, ci offre un’idea approssimativa del futuro dei videogiochi e che ospita titoli indie e non solo. Questa volta, lo show è stato supportato da AMD per presentare le nuove RX 6600 XT, ma soprattutto, è stato condotto da due persone che probabilmente molti di voi non hanno mai visto, ma hanno sentito, poiché sono i doppiatori ufficiali di Lady Dimitrescu e Il Duca di Resident Evil Village: Maggie Robertson e Aaron LePlante. Quindi, per chi se l’è persa o per chi vuole riviverla, ecco i giochi che ritengo migliori presentati durante questo show online della Gamescom.

Future Games Show: Warhammer 40,000: Chaos Gate- DaemonHunters

L’evento si è aperto con la nuova espansione di Warhammer 40,000: Chaos Gate – Daemonhunters, la nuova espansione del famoso RPG di Complex Games in arrivo nel 2022 su Steam e Epic Store in cui guideremo l’arma più grande in possesso del genere umano, i Cavalieri Grigi. Dovremo eliminare un male di dimensioni galattiche in una campagna dal sapore cinematografico: sfrutteremo abilità e strategie del nostro commando di Cacciatori di Demoni.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: Super Animal Royale

Successivamente, è stata annunciata l’uscita di Super Animal Royale di Pixile, disponibile letteralmente ovunque, per tutte le console, persino su MacOS e Stadia! Si tratta di un indie Free2Play BattleRoyale con visuale dall’alto (ma coi personaggi di profilo) in cui 64 giocatori per volta si scontrano controllando animali assassini che combattono con zanne, artigli e mitragliatrici in un parco safari abbandonato. Sarà possibile allenarli in scontri in solitaria e farli entrare in una squadra di massimo quattro giocatori.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: Life is Strange: True Colors

Dopo, è stato presentato un nuovo gameplay su Life is Strange: True Colors di DeckNine e Square Enix, una nuova avventura grafica della “saga” che sarà disponibile per tutte le console e Stadia in cui la protagonista Alex Chen nasconde la sua “maledizione”, ovvero l’abilità sovrannaturale di assorbire e manipolare le emozioni più forti degli altri. Dopo la morte di suo fratello per un cosiddetto “incidente”, dovrà imparare a controllare il suo potere instabile per scoprire la verità e rivelare i segreti sepolti di una piccola cittadina.

Di seguito, il gameplay mostrato:

Future Games Show: Sands of Aura

È stata poi annunciata la data d’uscita per l’accesso anticipato Sands of Aura, l’indie soulslike hack and slash OpenWorld di Chashu Entertainment in cui il mondo un tempo fiorente di Talamhel è diventato un mondo terribile e coloro che l’hanno chiamato casa sono ora mutanti di corruzione: soldati di morte violenti, immortali e inflessibili. Alla vigilia dell’ingresso del protagonista nell’Ordine dei Cavalieri Rimanenti, gli ultimi protettori dell’uomo, Talamhel è ancora una volta devastato dalla calamità. La natura corrotta della Night Plague è mutata e il regno dell’uomo ha più che mai bisogno dei Remnant Knights. Dovremo, quindi, rintracciare il male emergente e distruggerlo.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: Una Pioggia di (9) Demo

Dopodiché, una telecamera iniziò a muoversi in un ambiente virtuale mostrando 9 trailer di giochi con demo gratuita disponibile su Steam. Vi segnalo i due indie più interessanti:

  • Inkulinati di Yaza Games: un gioco di strategia ambientato direttamente su manoscritti europei medievali, di cui vi ho già parlato in questo articolo;
  • Chicken Police: Paint it Red di The Wild Gentlemen: un indie avventura grafica noir ambientato in un universo fittizio: le Lande Oscure in cui controlleremo Sonny Featherland e Marty McChicken, ex detective migliori della sezione Predatori della Clawville PD che dovranno nuovamente unire le forze per risolvere un caso.

Future Games Show: Project Relic

Questo gioco è stato il più misterioso di tutti, anche perché uscirà a inizio 2023: Project Relic di Project Cloud Games, che sembra essere un RPG dinamico o addirittura un soulslike dal trailer mostrato.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: In Sound Mind

L’interessante indie horror di We Create Stuff, In Sound Mind, ha finalmente una data di uscita: 28 settembre per tutte le console! Si tratta di un horror in prima persona con nemici da sconfiggere con armi da fuoco e puzzle da risolvere. Il tutto orchestrato dalla musica dei The Living Tombstone.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: Rustler

Jutsu Games, gli sviluppatori di Rustler, hanno semplicemente annunciato la data di uscita su console del loro indie di cui vi abbiamo già parlato in questo articolo.

Di seguito, il trailer mostrato:

Future Games Show: Timberborn

Timberborn è un originale gestionale post-apocalittico dove controlleremo dei castori dopo l’estinzione dell’umanità.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: SmallLand

Dai creatori del remake di Alex Kidd in Miracle Word, Merge Games, arriva SmallLand un RPG PVP in cui controlleremo un personaggio più piccolo degli animali stessi e da cui dovremo difenderci. La demo è fissata per ottobre 2021, mentre il gioco dovrebbe uscire entro quest’anno.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: Dolmen

Dolmen, di Massive Work Studio è un Soulslike lovecraftiano sci-fi in cui controlleremo un personaggio che rischia di perdere la tua linea temporale. Dovrà quindi sopravvivere sconfiggendo nemici in combattimenti emozionanti.

Di seguito, il trailer:

Future Games Show: GunGrave Gore

Un nuovo capitolo per la fortunata serie di Iggymob in un trailer violento e divertente. Uscirà in un generico 2022 su PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.

Di seguito, il trailer:

Per concludere, mi sembrava interessante segnalare una Serie TV creata da Media Molecule sempre attraverso il famoso gioco/programma Dreams: Noguchi’s Bell Series, già disponibile su Kickstarter.

Future Games Show: Conclusioni

Personalmente, pensando anche agli show degli anni scorsi, sono rimasto deluso da quello di quest’anno. Ci sono stati dei giochi carini, ma niente di spettacolare che mi abbia fatto scatenare l’hype. Trovo molto interessante come idea far condurre uno show sui videogames a dei doppiatori di videogiochi, ma questa deve essere la ciliegina sulla torta, non una delle cose più divertenti da raccontare di uno show sui videogiochi.

Se questo show, e la Gamescom in generale (di cui trovate il nostro articolo qui), dovesse rappresentare l’industria videoludica, si preannuncerebbe una diminuzione di originalità e idee nuove da qui a qualche anno, ma mi piace pensare che sia solo una carenza momentanea dovuta alla pandemia che non permette di viaggiare liberamente per far scatenare la fantasia degli sviluppatori.

E a voi, invece, è piaciuto questo Future Games Show? Siete d’accordo con la mia opinione? Ditecelo qua sotto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *