Salve a tutti, cari FollowHz!

Vi ricordate di Embr, il gioco indie di Muse Games e Curve Digital che ho portato in live sul nostro canale Twitch? Il gioco vi permetterà di vivere le emozionanti vicende di salvataggio “tipiche” dei pompieri, o quasi. Infatti, Embr non è definibile assolutamente un gioco sui pompieri realistico, vediamo perché.

Embr Respondr: I Pompieri del Futuro

Embr è un gioco ambientato in un mondo capitalista dove i pompieri tradizionali appartengono al passato. Per questo motivo, il gioco è molto assurdo, sia nel suo stile grafico che nelle sue meccaniche. Il gioco è in prima persona, anche se sembra pronto per il VR visto che del nostro personaggio vediamo le braccia e le armi che impugnerà. Controlleremo un Embr Respondr, cioè un pompiere del futuro dotato di diversi strumenti a seconda della casa e della missione che dovrà svolgere.

Embr: Le Divertenti Missioni da Svolgere

embr

Quindi, pensate ad una normalissima missione di salvataggio di un pompiere, aggiungeteci una fisica esagerata e una strumentazione di ultima generazione. Infatti, in questo mondo, tutto è strutturato solo per il nostro divertimento (e per avere poco senso), dato che potremo prendere sulla spalla una persona da salvare per poi posarla o lanciarla nella zona di salvataggio contrassegnata con un colore.

Ma non solo, potremo anche spaccare le porte con l’ascia, ma bisogna stare attenti perché rischiamo di colpire/uccidere la persona da salvare se sta in un armadietto angusto, della quale apparirà un semplice scheletro come mi successe proprio in live. Ma state tranquilli, per fortuna, non tutte le missioni richiedono di salvare tutti gli abitanti dell’edificio. Ma non solo, saremo anche dotati di uno strumento di ultima generazione, un rilevatore che ci mostrerà con delle icone dove si trovano le persone da salvare.

Embr: Non Solo il Fuoco da Evitare

embr

In Embr, dovremo comunque stare attenti ai vari ostacoli che ci troveremo davanti che non saranno costituiti solo dal fuoco, bensì anche dall’elettricità della quale, finché non troveremo l’interruttore, sarà meglio evitare di azionare la nostra pompa se non vogliamo farci un gran male, quindi non potremo arrestare il fuoco. Ma l’elettricità potrà essere nostra amica nel caso in cui ci saranno scintille da un cavo spezzato perché molto probabilmente quel cavo ci farà aprire una porta elettrica. Basterà bagnare in mezzo al cavo per permettere all’elettricità di aprire la porta.

Attenti, inoltre, anche alle porte che ci divertiremo a spaccare con l’ascia immaginandoci sul set di Shining perché se la porta che stiamo cercando di spaccare è piena di fiamme senza neanche uno spiraglio, appena l’avremo spaccata del tutto, rischieremo di perdere vita dato che, naturalmente, provocheremo un ritorno di fiamma. Importante sarà anche il gas da combattere, ma basterà spaccare una finestra o azionare un climatizzatore per scongiurare il pericolo.

Embr: Vita e Acqua

embr

In Embr, solo due cose contano, a parte la missione, e sono le uniche cose che si possono consumare: l’energia e l’acqua. La prima non è ricaricabile per tutto il livello, ma non è molto difficile rimanere in vita; la seconda è indicata con una seconda barra posta sotto a quella di vita e basterà un qualsiasi lavandino (consumabile) per ricaricarla. Non dovrebbe servici a molto se vorremo limitarci a salvare tutti (o quasi) i civili nell’edificio, ma ci tornerà utile perché a fine missione, oltre ad un feedback spiritoso dei salvati, verremmo anche valutati sul nostro lavoro (quanti civili salvati, se abbiamo domando le fiamme spegnendone abbastanza, è rimasta abbastanza casa in piedi e così via).

 

Embr: La Corsa al Successo

La reputazione che ci faremo sarà fondamentale perché potrà complicarci il gioco: più i clienti saranno soddisfatti con feedback positivi, più potremo svolgere altri incarichi sia in case in cui abbiamo già lavorato che non. Questo, però, ci darà più soldi che potremo usare per comprare un equipaggiamento migliore.

Embr: Pregi e Difetti Secondo Me

embr

Vi posso assicurare che trascorrerete un primo lungo momento di puro divertimento, ma l’ideale sarebbe giocare con amici per continuare a divertirsi, proprio per questo è disponibile una modalità multiplayer di un massimo di 4 giocatori. Inoltre, comprandolo adesso in accesso anticipato, com’è tipico degli indie, potrete aiutare gli sviluppatori a plasmarlo secondo le vostre preferenze.

Il gioco è disponibile per PC, Nintendo Switch, Xbox One e PS4.

Di seguito, il trailer:

Cosa ne pensate? Vi sembra divertente fare i pompieri in questo modo? Ditecelo qua sotto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *