Monster Hunter Rise – L’esperienza di un neofita!

Bentornati cari FollowHz,

state pronti per esplorare l’ignoto!

Il Community Event è stato solo l’inizio, ora la nostra copertura su Monster Hunter Rise giunge ai lidi dell’esperienza di un neofita.

Monster Hunter Rise è il mio primo gioco di questa incredibile saga, prima esperienza dopo i lidi sconosciuti e abbandonati di Monster Hunter Freedom Unite. L’unione di tradizione giapponese e user friendlyness ha accresciuto in me un legame con la nuova produzione Capcom, portandomi ad un atteso e caldo acquisto.

L’entrata nelle svariate community del web non ha fatto altro che accrescere il mio hype nei confronti di quello che poteva definirsi come uno dei nuovi giochi massivi del mercato, con un Monster Hunter Rise che non solo sta ricoprendo un ruolo mediatico fondamentale negli ultimi giorni, ma che soprattutto ha visto un’affluenza tale di utenti da creare dinamismo, gruppo e vicinanza, seppur mediante mondi virtuali.

Questo impatto risulta sorprendente se consideriamo il passato della saga, sempre molto vicino a fan affezionati e poco aperto all’arrivo di nuovi giocatori alla ricerca di un prodotto frenetico. Sappiamo però che Monster Hunter è spesso stato sinonimo di innovazione, come testimoniato anche dal nuovo capitolo del brand.


Monster Hunter Rise: Storie dal passato.

Monster Hunter Rise

Monster Hunter non ha visto il suo grande successo solo negli ultimi anni, in quanto Monster Hunter Rise è la coronazione di un lungo processo di miglioramenti, novità, alti e bassi. Il tutto inizia tra le magiche sponde della PS2, in un caldo 2004 dove le nuove idee possono portare numerosi sostenitori alle varie case di sviluppo. Potete dunque immaginare come un videogioco d’azione in cui caccia strategica ed elementi fantastici si mescolano abbia ottenuto larghi consensi.

Proseguendo con vari capitoli di successo il brand Monster Hunter aveva già esplorato numerose meccaniche, alla ricerca di una glorificazione che potesse elevare il franchise al grande pubblico. Il titolo cercato, dunque, si andrà ad osservare nel mastodontico Monster Hunter World, capace come prevedibile di spaccare a metà il mercato tra fan nostalgici, preoccupati per la piega presa dalla serie, e nuovi avventori immersi in foreste ed ecosistemi.

Ogni grande capitolo che si rispetti viene tipicamente affiancato da un progetto portatile o ibrido, non meno importante del Tripla A precedentemente pubblicato. Monster Hunter Rise si rivede dunque in quest’anima unica ed essenziale, campo per sperimentare e mantenere dalla propria parte fan di vecchia data, ma anche per attirare a se grandi gruppi di neofiti incuriositi. Quest’ultimo gruppo è proprio quello di cui faccio parte, volendovi raccontare una mia prima prova iniziale.

Monster Hunter Rise: Dinamismo, Immediatezza e venature action.

Monster Hunter Rise

Creazione del personaggio, personalizzazione dei compagni animali e prime cutscenes di presentazione aprono le porte di un universo quanto mai ispirato, che vibra di vitalità da tutti i pori. Ogni cacciatore che si rispetti inizierà la propria scalata al successo da un semplice e piccolo villaggio, pulsante di vita ed interazione funzionali alle nostre cacce. Il tutto poi glorificato in scenari che seppur poveri in quanto creature secondarie e texture, mettono in mostra una fluidità e sensazione contemplativa unica nel suo genere. 

Monster Hunter Rise si presenta nuovamente come un’esperienza che necessita i suoi tempi, almeno da una mia prima impressione. L’insieme enorme di guide e tutorial però rivoluziona il primo impatto di un giocatore inesperto, che si trova ad imparare passo passo i mezzi per eliminare le creature e ottenere materiali per le proprie armature.

Il tutto incamerato in novità uniche nel loro genere, volte ad aumentare il dinamismo e la velocità delle azioni in gioco. La mancanza di caricamenti, in una mappa esplorabile velocemente mediante il Canyne e l’Insetto Filo rendono maestose le ambientazioni di Monster Hunter Rise. L’opera diventa dunque appetibile a tante tipologie di videogiocatori, anche in relazione con un’aumentata componente action.

Allora state giocando a Monster Hunter Rise? Fatecelo sapere nello spazio riservato ai commenti!

5 1 vote
Voto Articolo
Written by
Un semplice esploratore dell'ignoto, eccentrico giovane articolista sempre alla ricerca di un nuovo progetto e di una buona pizza fritta. Le idee sono pane quotidiano per me, nell'intenzione sempre di coniugare le mie classiche giornate con le passioni che mi accompagnano giorno per giorno. Nerd, Cacciatore di Mostri, Stratega ma anche Studente a tempo perso.

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x