Sessismo e videogiochi: Siamo cosi indietro ancora in Italia?

Salve a tutti cari FollowHz
Abbiamo aspettato un paio di giorni per scrivere queste parole, sia perché abbiamo sbollito un po’ e sia perché volevamo scrivere ciò che ci sembrava giusto legato al caso di sessismo a cui abbiamo assistito da spettatori.

Ci troviamo nel nuovo millennio da ormai diversi anni e l’evoluzione di diversi meccanismi societari, mentali e di una parvenza di civiltà ordinata e attenta a concetti imperanti, sembra stia prendendo piede, anche se a tratti e non per tutto.

Si parla di temi prima ignorati, si lotta per diritti che dovrebbero essere attribuiti alla nascita ma che dimentichiamo per alterare il nostro pensiero massificato e subordinato a quisquilie sui social o su distrazioni varie.

Proprio per questa abitudine alla disattenzione, alla mancanza volontaria di evolvere nel divenire e di conoscere ciò che si ha attorno, ma che viene ignorato costantemente, accadono situazioni spiacevoli da condannare sicuramente, ma su cui dobbiamo riflettere.

Noi di 4Gamehz, nella persona del Direttore e Team Manager, Max, esprimiamo una profonda delusione su quello che è accaduto ai nostri cari amici di Horizon Psytech & Games con cui collaboriamo da anni e con cui abbiamo unito le forze in un Format chiamato “PsyGamehz”, nato dalla volontà di combattere stereotipi, sbugiardare tesi false ed informare su quello che molta gente pensa sia falso o vero, a seconda della cattiva informazione, in cui per l’appunto abbiamo parlato anche di sessismo.

sessismo e videogiochi

Ed è proprio di falsa e cattiva informazione, conoscenza e cultura in generale si parla, quando in un semplice post dove si informava sul mondo Videoludico al Femminile, con statistiche ed articoli, affermando che le donne nei videogiochi esistono, sono molte più di quanto si crede e si affermano anche a livello competitivo nel mondo Esports, arrivino centinaia di commenti offensivi, legati ad un sessismo che pensavo fosse arcaico e abbastanza discutibili, trovando approvazione anche da parte di Donne.

Come pretendiamo di parlare di mondo videoludico all’avanguardia se ancora nel 2021 esiste lo stereotipo per il quale una donna non deve e non può giocare, scrivere articoli e competere nel mondo eSport o che si metta solo in mostra, solo seminuda durante le stream su Twitch o in qualsiasi altra piattaforma?

Ragazzi cari, noi in 4Gamehz abbiamo tantissime ragazze che scrivono, competono e che giocano e vi posso assicurare, ve le danno a palate. Sapete perché? Molto semplice, perché non esiste nessuna differenza tra voi e loro visto che siete fatti di carne, cuore, fegato polmoni, cervello e tanto altro.

Sessismo e videogiochi: se foste voi giudicati?

Informatevi, parlate, conoscete e relazionatevi, questo è il nostro ed il mio consiglio.

Non lamentatevi quando stampa generalista e gente che non conosce il nostro mondo ci giudica.
Voi vi sentite, violenti, pazzi, alienati, dipendenti, stupidi e malati? Io credo di no. Proprio per questo le donne nel mondo videoludico non sono scarse, poche, stupide, sempliciotte, gatte morte, incompetenti e puttane.

Nessuno vi vieta di criticare chi fa Trash, chi non fa live di valore o chi non è REALMENTE competente, ma non fatelo in base al sesso ma in base alla persona.

Proprio per questi avvenimenti faremo una live speciale su Twitch con i nostri amici di Horizon insieme a pro player donne e redattrici, per porre attenzione sul fatto in questione legato a sessismo e per intavolare una discussione con voi, cercando di combattere contro questo stereotipo che in una società istruita, all’avanguardia e che guarda con occhio benevolo l’evoluzione digitale in atto, non può esistere.

Siamo realmente cosi indietro nonostante abbiamo la conoscenza a portata di mano e il modo di interagire con tutto il mondo e con tutte le realtà che vogliamo?

Riflettete.

sessismo e videogiochi

5 1 vote
Voto Articolo
Agitatore di Masse e Licenziamenti disciplinari, Il Direttore di 4GameHz ama giocare a Doom e Mortal Kombat per rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. Odiatore di tutto ciò che è Politically Correct e Fan Service, non te le manda certo a dire. O lo Ami o Odi ma a lui non importerà, per lui conta solo il valore di una buona notizia.

Dicci la tua!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x