Salve a tutti i nostri Retrolovers! Oggi vorrei parlare dell’invasione del cinema di fantascienza e la connessione con il mondo dei videogames tra gli anni ’70 ed ’80.

Spazio ultima frontiera, questa frase riporterà moltissimi agli anni ’70, ad una fantascienza casereccia e agli inizi, ma davvero fantastica ed originale.

Ovviamente partendo dapprima con la serie TV di Star Trek che in tanti abbiamo amato, senza dimenticare alcuni dei grandi classici del cinema come “Il Pianeta delle scimmie” e “2001: Odissea nello Spazio” naturalmente riferendoci agli anni a cavallo tra il ’60 e il ’70; non dimentichiamoci neppure “Spazio 1999” e “Battlestar Galactica” durante gli anni ’70.

2001 Odissea nello spazio

Pianeta delle scimmie

Alla fine degli anni ’70 arrivarono i film di Star Trek, che riprendevano i personaggi della serie Tv, e Star Wars.  

In pochi anni si trasformeranno nelle due saghe di fantascienza più iconiche ed importanti; non dimentichiamo però l’altro capolavoro di fantascienzaAlien“. 

Ancora oggi sono film bellissimi, godibili e che non risentono dei tanti anni trascorsi; anzi, nella cinematografia recente si sta cercando di “sporcare” un po’ i film per renderli più reali, meno digitali e meno perfettini.

Chi ha visto l’ultima trilogia di Star Wars sa perfettamente a cosa mi riferisco.

Nessuno può davvero negare che molta della fantascienza degli anni ’60, degli anni’ 70 e forse anche ’50 (La guerra dei mondi) è stata di impulso per la creazione del genere “spaziale” nel mondo dei videogiochi.

A questo punto si chiude il “cerchio” videogiochi e cinema.

Star Trek

star wars episode iv a new hope

Arrivano i videogames

Il primo videogioco della storia è stato “Spacewar!“, la fantascienza è stata terreno molto fertile per il settore dei videogames.

Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, siamo stati totalmente sommersi da Arcade che ci trasformarono in prodi piloti spaziali impegnati a salvare il mondo da improbabili invasioni aliene o addirittura l’universo.

Abbiamo avuto “Space Invaders” che chiaramente è uno dei videogiochi più iconici della storia, abbiamo avuto il filone “Galaxian“, “Galaga” e cosi via sino a “Gyruss“, “Defender“, “Scramble” e molti altri in cui eravamo l’impavido pilota di un astronave intenta a difenderci dagli invasori alieni.

Arcade

Questi Arcade si presentavano con un quadro statico che cambiava dopo l’annientamento alieno, oppure scorrevano in orizzontale o con altre modalità…ma che fossero di un tipo o di un altro, la fantascienza li avvolgeva totalmente.

Torniamo al binomio cinema videogiochi

Ci trovavamo a vivere situazioni pericolose e scottanti, come distruggere dei pericolosi asteroidi in “Asteroids” oppure difendere la Luna grazie ad un continuo pattugliamento in “Moon Patrol“; anche qui abbiamo dei legami con film come “Meteor” o ai più recenti “Armageddon” e “Deep impact“, ma anche decine di altri film di serie B da cui la fantascienza ha pescato a mani basse.

Fantascienza

maxresdefault

Dopo questa prima infornata di videogiochi spaziali, nei cinema, ad inizio anni ’80, arrivarono dei film che viaggiarono sul confine tra i due mondi, mi riferisco a “Tron” e a “Giochi Stellari“, un po’ film di fantascienza un po’ videogiochi.

Non mi dimentico neppure dello splendido “Space Ace“, il Lasergame di più successo dopo “Dragon’s Lair“, una splendida avventura spaziale tra un temibile cattivo e una coppia di eroi.

SpaceAce

Infine alcuni videogiochi basati sulle saghe citate ad inizio articolo, spinti più dal “nome” pesante che avevano, più che per la qualità ludica in se.

Questo diede il via al genere dei Tie-In che però purtroppo, salvo casi molto rari, risultarono giochi poco divertenti ed avvincenti.

Sicuramente il titolo vendeva “da solo”, grazie al nome importante di cui si fregiava, che fosse un prodotto casalingo o da sala giochi, piuttosto che per la sua effettiva qualità.

In sala giochi circa la metà dei cabinet presenti erano a tema spaziale, gli altri soprattutto sportivo o avventuroso, più alcune eccezioni particolari, ma spesso i migliori Arcade erano scollegati dalle saghe cinematografiche.

Fusione tra cinema e videogiochi

Star Wars e Star Trek hanno però avuto il merito di portare a tutto il pubblico il genere fantascientifico, hanno trasportato le persone in incredibili viaggi tra incredibili mondi, civiltà e conquiste umane, facendoci sognare.

Molta cinematografia ha anticipato queste due perle, come molta le ha seguite, ma restano indubbiamente tra le 2 saghe di fantascienza più longeve e belle della storia.

Devo anche dire che non avrei mai pensato, 30 anni dopo, di innamorarmi di una saga di fantascienza che non ha davvero nulla da invidiare a queste ultime; ma in questo caso parliamo di una saga nata per i videogiochi come “Mass Effect” che metto davvero a pochi “passi” da queste due saghe uniche.

mass3 keyart.jpg.adapt .crop191x100.628p

A cosa giocavamo con gli amici?

A casa avevamo il VCS, Intellivision, la Colecovision, il Vic20, il C64 e molte altre piattaforme, ma anche qui i giochi “spaziali” la facevano da padrone, soprattutto con i cloni dei fratelli maggiori da sala.

Tra amici e compagni di scuola era una vera “guerra” per chi aveva lo spaziale migliore sulla piattaforma più potente e “figa”, ma alla fine ogni console e ogni videogioco aveva i suoi pro e i sui contro ed era divertente poter giocare sempre con quello degli altri che, chissà come mai, ci piaceva sempre più di quello che avevamo a casa.

In quegli anni abbiamo vissuto centinaia di splendide avventure, immaginandoci degli avventurieri spaziali, dei pirati, degli eroi, dei mercenari , dei salvatori, ma la cosa più importante è stata che ci siamo divertiti un mondo!

Spero davvero di aver riacceso in tutti voi tanti ricordi e momenti della vostra e nostra infanzia. Al prossimo articolo.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *