Hearthstone La Discesa dei Draghi: il punto della situazione

Salve a tutti cari FollowHz!

Forse avrei dovuto esordire con una frase più consona agli appassionati del gioco di cui andremo a parlare, ora riproviamo:

Amici appassionati di gaming e di Hearthstone! Bentornati con questo nuovo articolo a tema! cit.

Bando alle ciance, oggi andremo a discutere di quanto sta accadendo nel fantastico mondo fatato del tanto amato (e odiato) gioco di carte Blizzard.

Come saprete è stata rilasciata la nuova espansione “La Discesa dei Draghi”, che sembrava promettere decisamente bene e che pareva essere l’ideale per il rilancio dell’acclamato gioco.

Ma come sarà la situazione a distanza di una settimana?

Bene, l’espansione sembra rispettare, almeno per il momento, le aspettative del pubblico. Anche se una piccola tirata di orecchie a Blizzard andrebbe fatta.

Come spesso è accaduto in passato, vi sono degli sbilanciamenti in alcune classi che possono inficiare sulla godibilità del titolo. È questo il caso della classe dello Sciamano che, con le ultime carte rilasciate, è diventata una classe eccessivamente OP rispetto alla concorrenza.

La software house non ha mancato di ribadire quanto siano sempre ben disposti, in caso di necessità, ad apportare delle repentine modifiche alle singole carte, piuttosto che ad alcune meccaniche di gioco, ai fini di ristabilire una livello il più equo possibile tra le classi presenti.

Fin qui quasi nulla da ridire, se non fosse per un immenso “MA” che deve necessariamente seguire questa affermazione.

Andiamo al punto.

Qualcuno ricorderà le vicende legate a Ben Brode, ex lead designer di Hearthstone, non tanto sul perché abbia lasciato la guida del team, quanto sulle sue parole riguardo una specifica carta uscita proprio con l’ultima espansione alla quale collaborò. Stiamo parlando del servitore leggendario di classe Sciamano Ciciazampa o per gli anglofili Shudderwock. Questa fu definita dallo stesso team leader come, parole sue, “la carta più complicata che abbiamo mai realizzato”. Aggiunse anche di non essere stato del tutto d’accordo con la creazione della stessa in quanto, la sua esistenza, avrebbe dato modo di sviluppare combo estremamente forti, generando così quello sbilanciamento di cui parlavamo.

Questa famigerata combo avveniva solamente grazie all’esistenza di un’altra carta presente fino al 2018 tra i set ammessi al formato standard, ovvero lo Schiavo Incatenato.

Senza entrare troppo in noiosi dettagli, quest’ultima aveva modo di “sdoppiarsi” una volta giocata grazie al suo grido di battaglia, meccanica che con Ciciazampa va a nozze e che permetteva, con l’utilizzo di altre carte, di poter giocare un numero potenzialmente infinito di questa carta leggendaria, peraltro al costo di solo 1 mana!

Ovviamente lo Schiavo fu nerfato facendo in modo che giocando Ciciazampa, questo non copiasse se stesso, ma giocasse semplicemente una copia dello Schiavo, impedendo così il compiersi di tale scempio.

Facendo un balzo temporale e tornando al presente, Blizzard sembrerebbe non aver imparato dai suoi errori, tanto da “stampare” una carta con un effetto molto simile e che consente il compimento di una combo molto simile e chiaramente SBAGLIATA.

Tutto questo in un deck in cui questa non risulti essere tra le giocate migliori, ma che ovviamente lo rendono dannatamente forte e di quasi impossibile risposta da parte di qualunque altro mazzo giocabile.

Detto ciò, speriamo che la software house statunitense si dia una mossa nella risoluzione del problema perché, a parte queste indiscutibili criticità, questa espansione sembra veramente quello che serviva ad Hearthstone per tornare quello di un tempo.

 

PS: ci tenevo ad esordire con una frase leggermente modificata ma tipica del buon DUCA, ex youtuber e streamer che qualunque appassionato del titolo conoscerà e che da non molto tempo fa ha deciso di interrompere la sua carriera da intrattenitore per motivi personali. Volevo solo omaggiarlo e ringraziarlo per aver contribuito a rendere Hearthstone, in Italia, quello che è ora. Ci manchi.

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x