Salve a tutti, cari FollowHz!

A causa di un ritardo nello sviluppo, EA è stata costretta a rimandare l’uscita del tanto atteso Dead Space Remake che inizialmente era prevista per questo ottobre, ma il remake è in pieno sviluppo, come ha mostrato EA nel suo streaming. Un fan ne ha approfittato e ha fatto un confronto video con l’originale e il remake realizzato fino a questo punto, confrontando aspetti leciti considerando che non è la versione finale.

Dead Space Remake: grandi aspettative anche da parte di EA

dead space remake

Rimandato, probabilmente, a inizio 2023 a causa di ritardi del team di sviluppo Motive, EA comunica che ne varrà la pena poiché sta continuando a impressionare tutti in azienda e dovrebbe essere paragonabile, sia a livello di successo che di bellezza, al remake di Resident Evil 2.

Oltre a rimasterizzare Dead Space rimanendo fedele all’originale, Motive sta lavorando per renderlo un’esperienza completamente ininterrotta in maniera similare a come fece Santa Monica Studio col God of War del 2018. Un esempio è che, per lo sviluppo, lo studio sta usando una nuova tecnologia di peeling per rendere ancora più grossolano lo smembramento dei necromorfi.

Dead Space Remake sarà disponibile solo su PC, Xbox Series X/S e PS5.

Dead Space Remake VS Originale

L’evento in streaming sui Suoni della Paura del remake di Dead Space ha permesso a Motive di descrivere la filosofia dello studio per attualizzare l’esperienza audio e il gameplay dell’oscuro viaggio di Isaac Clarke. Il loro nuovo sistema A.L.I.V.E. modificherà gli effetti audio in base a fattori dinamici come il respiro e il battito cardiaco di Isaac, usando un approccio simile a quello dell’illuminazione Ray Tracing: materiali e superfici potranno infatti rimbalzare i suoni in maniera realista a seconda della situazione di gioco. Il team ha poi evidenziato l’audio degli armamenti e, soprattutto, le variazioni degli effetti in base all’ambiente e alla tipologia di nemici.

Ma com’è, per ora, il remake rispetto all’originale? Un appassionato ha realizzato un video per rispondere alla domanda concentrandosi sull’uso di armi e sugli aspetti visivi dei due titoli. Il passaggio generazionale del remake è evidente sia dal punto di vista dell’illuminazione che dal miglioramento grafico già evidente in questa fase di sviluppo.

Di seguito, il confronto:

E voi, che ne pensate? Siete in hype per il remake? Ditecelo qua sotto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *