Salve a tutti cari FollowHz,

Riparte la Winter Season di ESL Flowe Championship con una marcia in più: è il primo campionato esport eco-green al mondo su PS4 supportato e organizzato da ProGaming Italia, ESL Italia e Flowe. Ma in che senso sarà eco-green? Cosa vogliono veramente fare? Vediamolo insieme.

ESL Flowe Championship

Perché eco-green

Mondo gaming e sostenibilità diventano sempre più uno strumento potente per incentivare e supportare l’attenzione verso le tematiche ecologiche. Ogni attività, infatti, ha un impatto enorme sul livello di emissioni di anidride carbonica generate nell’arco della giornata, ed è per questo motivo che Flowe ed ESL Italia, attente alle tematiche ambientali e sociali, annunciano la nuova stagione della più grande iniziativa eco-green nel mondo degli esport, la ESL Flowe Championship.

“Il divertimento si fa sempre più sostenibile e viceversa. Siamo felici di dare continuità anche quest’anno al campionato ESL Flowe Championship, attività che sposa perfettamente la nostra mission e vision aziendale portando avanti un progetto unico a livello internazionale”

si esprime Nicoletta Schenk – Brand Communications Director di ProGaming Italia.

A caratterizzare la stagione invernale sarà la piantumazione di alberi sul territorio italiano, in collaborazione con cooperative sociali impegnate a livello locale, per compensare tutti i kg di CO2eq emessi nell’arco del campionato. Ad affiancare Flowe ed ESL nel corso della manifestazione ci saranno anche quest’anno LCA-lab, che realizzerà una simulazione rappresentativa della stima delle emissioni di CO2 generate durante il torneo e ZeroCO2, che compenserà la quantità di emissioni calcolate tramite la piantumazione di alberi.

“Abbiamo dimostrato che la sostenibilità ambientale è un modello applicabile anche al mondo del gaming e vogliamo continuare a stimolare il settore, con un nuovo torneo eco-green che collega il gioco ad azioni reali per la compensazione della CO2 prodotta. In questo modo speriamo di far crescere la consapevolezza degli appassionati di gaming, in modo che possano unirsi a noi nella costruzione di un futuro migliore e più verde”

commenta Ivan Mazzoleni, CEO di Flowe.

Tre giochi nei quali competere

Saranno tre i titoli per competere e conquistare il podio a livello nazionale: Gran Turismo Sport per tutti gli appassionati di racing, Apex Legends per tutti gli amanti dei Battle Royale ed NBA 2k22 per coloro che prediligono i titoli sportivi. A supporto della comunicazione e dello streaming delle competizioni, collaboreranno attivamente le principali community italiane: RacingTeamItalia per Gran Turismo Sport, EGA_TVs per Apex Legends ed NBA 2K22 supportato da streamer e creator della community italiana NBA 2K22.

ESL Flowe Championship data d’inizio

Il campionato ESL Flowe Championship avrà inizio il 14 novembre (sul sito ufficiale ci sono tutte le informazioni per l’iscrizione), con fasi di Open Cup e Group Stage che vedranno il coinvolgimento di player da tutta Italia, per terminare il 6 febbraio con la finale che decreterà il campione nazionale del primo torneo eco-green al mondo, che sarà visibile sul canale Twitch di ESL Italia, oltre che sui canali Facebook e Twitch di Sony PlayStation Italia, per seguire e commentare ogni istante della competizione.

Le finali

La finale di Gran Turismo Sport si svolgerà il 3 febbraio – in diretta streaming dagli studi di Bolzano di ProGaming Italia – con Andrea Facchinetti ed Emilio Cozzi, due volti noti a tutti gli appassionati del mondo racing e voci ufficiali del campionato mondiale di Gran Turismo della FIA, che tradurranno in parole le emozioni che si vivranno nei circuiti virtuali. 

Il 5 febbraio, invece, si svolgerà la finale di Apex Legends commentata da Edoardo “Eddie” Cianciosi, volto noto nel mondo FPS, e dalla community EGA_TVs.

Il 6 febbraio, infine, si terrà l’attesa finale di NBA 2k22, in cui i player si contenderanno l’anello virtuale del più popolare campionato di basket del mondo, con il pathos e l’adrenalina garantiti dallo spettacolo messo in scena dalle squadre a suon di canestri, schiacciate e stoppate. 

Che ne pensate di questa torneo eco-green? Diventerà in futuro una pratica obbligatoria?

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *