YouTube per principianti, dall’idea alla pubblicazione

Cari FollowHz,

YouTube è la piattaforma, di proprietà Google, più famosa al mondo per condividere video online.
Le celebrità che nascono su questa nuova piattaforma sono riconosciute a livello internazionale, ma tutti hanno iniziato con un solo video.

Un video, per attirare utenti e fidelizzarli, deve essere di qualità, della giusta durata e deve intrattenere.

YouTube: l’idea

youtube

Su YouTube essere originali al giorno d’oggi è difficilissimo, diciamo che tutto è stato fatto e tutto è stato detto.

Innanzitutto, pensate a quello che volete fare in quel singolo video, se è il primo video potete presentarvi o partire subito con un video della tipologia che maggiormente apparirà sul vostro canale, se invece siete già da un po’ sulla piattaforma, potreste dare il via ad una nuova serie, fare vedere qualche upgrade della strumentazione e così via.

Successivamente, dopo avere abbozzato un’idea potete seguire due strade, improvvisare o seguire un copione.
Improvvisare risulterà più facile in fase di ideazione, ma bisogna essere capaci di improvvisare quindi, per chi è alle prime armi, conviene scriversi un copione o almeno una scaletta anche perché un video non deve essere più lungo di 15 minuti, a meno che la tipologia non lo richieda.

Infine, dopo avere fatto mente locale e aver scritto il copione, ci si può iniziare ad occupare della preparazione del “set”

YouTube: il set

youtube

Per chi ha appena iniziato avere: luci, videocamere, microfoni, cavalletti, e altre strumentazioni del genere, risulta difficile oltre che molto dispendioso.

YouTube, tuttavia, da opportunità di crescita anche senza tutta questa strumentazione, prendete il vostro smartphone e una pila di libri e avete fatto il vostro primo cavalletto con videocamera e microfono, non saranno di qualità eccelsa ma come inizio non c’è male, successivamente dovrete comunque aggiornare la vostra strumentazione, iniziando con un microfono esterno a mio avviso.

Per quanto riguarda l’illuminazione basta seguire le regole base della fotografia: non mettere il soggetto controluce, se possibile illuminare il volto (n.d.r. anche una lampada da comodino va bene), meglio luce fredda per evitare di diventare gialli e, se possibile, almeno due punti luce.

Un’altra difficolta che si incontra le prime volte sarà il rumore, se non si hanno pannelli fonoassorbenti, si può optare per una stanza non troppo grande, con molto mobilio in legno e meglio ancora se ha il parquet, inoltre, avvisare chi convive che è in corso questo tipo di attività e sarebbe utile limitare il rumore, in alternativa aspettare di essere da soli in casa.

Infine, impostate l’eventuale programma di acquisizione (OBS è un ottimo programma per registrare anche più fonti), mettetevi davanti alla videocamera e partite.

YouTube: la registrazione

youtube

Durante la registrazione siate naturali se l’obbiettivo è quello, altrimenti immedesimatevi nel vostro personaggio e rendetelo in qualche modo subito riconoscibile alla vista con ad esempio: un ciuffo, un cappellino, dei baffi, un taglio particolare e qualsiasi cosa può essere notata dallo spettatore in modo inequivocabile.

Il pubblico di YouTube è molto esigente e variegato, oltre a evitare di offendere qualsiasi tipo o genere di individuo, bisogna anche evitare gli errori di parlato.
Potrebbe servire ripetere la stessa frase più e più volte finché non si pronuncia bene, ma meglio ritentare più volte piuttosto che far perdere il filo allo spettatore, in ogni caso gli errori possono sempre essere tagliati in un secondo momento.
Inoltre, se durante la registrazione si presenta un imprevisto ci si ferma, lo si risolve, poi si riprende a registrare da dove si era interrotto, una mente sgombra e concentrata è la cosa che più serve a un creativo.

Un accorgimento utile è, prima di iniziare la registrazione vera e propria, fare dei test di audio e video per verificare se tutto è acceso e funzionante.

YouTube: il montaggio

youtube

Su YouTube un video non montato è penalizzato in partenza, per i primi video serviranno solo gli strumenti di taglio, testo, eventuali filtri, tracce audio e, eventualmente, transizioni tra una scena e l’altra, per queste funzionalità anche dei programmi gratuiti vanno bene.

Quando si diventa più esperti ci si può affidare anche a programmi più completi e a pagamento, come la suite Adobe.

Il montaggio è la fase più pesante, vedrete il video più e più volte apportandogli modifiche e tagliando i fuori onda ma, una volta terminato, sarà pronto per essere visto da milioni di persone.

Un suggerimento è: sperimentare;
Metterci sempre del nuovo, provare a lasciare qualche fuori onda divertente o esercitarsi con effetti vari, oltre a migliorare le vostre capacità costantemente, vi permette di vedere come il pubblico reagisce ai vari cambiamenti e quindi cosa piace di più al proprio target e cosa invece no.

YouTube: pubblicare il video

youtube

Il vostro video è finalmente pronto per essere caricato su YouTube, prima di tutto bisogna scegliere un titolo, deve essere accattivante e incuriosire ma non deve essere eccessivamente clickbait.

Il clickbaiting se fatto bene è utile, ad esempio usare come titolo una domanda, implica che per sapere la risposta bisogna guardare il video.
Tuttavia, se nel titolo diciamo che facciamo, ad esempio, la “torta più grande del mondo” e poi ci limitiamo a dei biscotti, la gente perde fiducia nel tuo canale e non guarderà più video.

Dopo aver scelto un titolo accattivante serve una descrizione, usare parole ricercate aiuta il tuo video a essere trovato, inoltre vi permette di aggiungere link come i vostri profili social e, se siete fortunati, un giorno addirittura merchandising e link ai canali che collaborano con te.

Infine, bisogna aggiungere: i tag che sono le parole chiave, le schede interattive per interagire con il pubblico e le schermate finali per invitare gli spettatori a iscriversi e, eventualmente, spingerli a guardare un altro video.

Non sottovalutate nessuno strumento che la piattaforma mette a disposizione, sono tutti ottimi strumenti per iniziare, ha addirittura un piccolo editor integrato.

Tips per YouTube

youtube

Alcuni consigli per evitare alcuni errori che io stesso ho commesso:

  • Se si annuncia una serie, iniziarla e portarla a termine sempre
  • Avere una cadenza regolare e abbastanza frequente, un video alla settimana può anche bastare
  • Avere il prima possibile il permesso per le miniature personalizzate e usarle per attirare spettatori.
  • Se un video esce male meglio non pubblicare e rifarlo da capo
  • Non arrenderti se non si cresce subito e in fretta
  • Usare molto i social per pubblicizzarti
  • Aggiornate costantemente la strumentazione per migliorare la qualità

Questi sono alcuni dei consigli che si possono dare, e per iniziare sono anche troppi.

Vi consiglio quindi di passare nel canale di 4GameHz per vedere molti video e l’annuncio degli Emotional Awards 2020, e seguiteci anche su Twitch.

Cosa ne pensate?

Pronti a fare gli Youtuber?

Avete qualche altro consiglio da dare?

4 1 vote
Voto Articolo

Dicci la tua!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x