Dragonlances Italia Intervista: MMO & Roleplay.

Bentornati cari Followhz,

State pronti per esplorare l’ignoto!

Gli MMO sono in continua evoluzione, e seppur esistano tante community basate solo sul grinding, Dragonlances Italia pone divertimento e roleplay in primo piano!

Infatti, al posto di puntare verso fredde meccaniche ripetitive, i ragazzi della community di Dragonlances Italia hanno puntato verso un’ampia gamma di possibilità, tutte soffermate sul puro videogiocare, aggiungendo un pizzico d’interpretazione del personaggio. Ogni utente possiede una propria anima, in quanto non è sufficiente trattare le creazioni dei giocatori come ammassi di pixel.

Partendo da questo concetto, sono state tante le iniziative e i poli virtuali in cui riunire gli appassionati, con uno sguardo speciale rivolto nell’ultimo periodo verso New World, l’MMO a opera di Amazon, che si pone come nuovo scoglio da raggiungere non solo per i ragazzi protagonisti di quest’intervista, ma anche e sopratutto dagli sviluppatori facenti parte di Amazon Games. 

Addentriamoci dunque in questa nuova intervista, con il coraggio e la grinta degna dei Lancieri del Drago!

Dragonlances Italia

Innanzitutto un enorme saluto e ringraziamento ai ragazzi di Dragonlances Italia, che hanno deciso di concederci questa splendida intervista. Detto questo passiamo alla prima domanda: Cos’è Dragonlances Italia e perché è così importante nel panorama degli MMO?

I Dragonlances erano e restano un modo per affrontare un MMO in modo non convenzionale. Il nome si ispira alla grande saga Fantasy DRAGONLANCE scritta da Hickman e Weiss di cui appunto Gilthanas ne era un protagonista. Il nostro simbolo, disegnato ad-hoc da un designer, è sempre lo stesso da tanti anni. In ogni MMO vissuto abbiamo leggermente modificato l’esperienza,  in alcuni tratti per armonizzarlo con il contesto sperimentato. Un MMO offre una grande opportunità: quella di giocare in competizione e allo stesso tempo legare con grandi gruppi di altri player, spesso e volentieri non italiani e vivere assieme tante epiche sfide. Sinceramente di comunità MMO ce ne sono tantissime in giro, che offrono servizi, supporto, spiegazioni e guide. Tutto fantastico ovviamente, nulla da dire. Noi ovviamente abbiamo tutti gli strumenti necessari, ma ci piace sempre condire tutto con un pizzico di Gioco di Ruolo per rendere più saporito il piatto. La base di funzionamento di una community in ogni MMO, a qualsiasi categoria appartenga, è l’organizzazione. Se vuoi divertirti devi saperti divertire. L’organizzazione non può essere statica e verticale su un singolo titolo, ma deve sapersi adattare al titolo che stai giocando senza appesantire l’esperienza di gioco dei partecipanti. Se poi mediante l’organizzazione riesci a far collaborare anche gli ultimi arrivati e coinvolgerli, allora la ricetta magica è pronta. Ecco in questo senso i Dragonlances possono essere la scelta utile per godersi un bel MMO all’ennesima potenza. Nella nostra storia ci siamo dedicati a diversi titoli MMO partendo da Last Chaos, passando su Aion e Archeage. Solitamente per un tempo medio di circa 3 anni, lasciando sempre il segno dove siamo stati seriamente. Abbiamo provato in seguito a dare una svolta dedicandoci ad altri titoli annoverandone anche diverse tipologie ma senza grande successo. Il legame con le tipiche ambientazioni Fantasy ci diverte e ci fa sentire “a casa”. 

In relazione con l’uscita della futura generazione e il dilagare dei Game As A Service, quale pensate possa essere il futuro degli MMO?

I Game As A Service sono la risposta delle case produttrici ai costi di sviluppo da sostenere per produrre titoli dall’elevatissima qualità, contenuti e infrastruttura nel tempo. Un MMO è sicuramente “la madre” di tanti titoli, rimanendo comunque un genere dall’enorme pubblico di affezionati player, che vagano tra i meandri dei vari portali alla ricerca del nuovo titolo del secolo.

Dragonlances Italia

Dragonlances Italia sta muovendo ampi passi nell’ambito della pubblicizzazione e divulgazione virtuale tramite info e canali di riferimento. Avete però mai pensato di andare oltre e partecipare a fiere ed eventi ludici, organizzando magari raduni o cosplay challange?

I raduni annuali ormai sono una tradizione consolidata. Per il resto sicuramente ci stiamo organizzando per un 2021 veramente entusiasmante e molte idee sono sul tavolo. In occasione del raduno 2018 abbiamo anche consegnato dei boccali artigianali in legno con inciso, oltre lo stemma del nostro drago, anche il nome del personaggio. Abbiamo collaborazioni con band rock e nel 2021 ci saranno belle sorprese. Insomma una cosa certa: le nostre Lance saranno sempre le protagoniste.

Molto spesso quando si parla di esperienza a tema multigiocatore massivo si può pensare o fare riferimento al RolePlay, ovvero all’interpretare virtualmente un ruolo vestendo i panni di un vero e proprio personaggio. Siete d’accordo nell’avvicinare questi due mondi oppure, essendo videogiochi, gli MMO si discostano da quest’ambito?

Questa è la domanda perfetta. Abbiamo sempre creduto in questo connubio. Chi ama lo stile fantasy ama indossare anche le vesti di un personaggio. Questo è di fatto uno degli elementi distintivi del nostro gruppo in cui ci piace affiancare al titolo giocato, affrontato con preparazione e organizzazione, tipiche meccaniche del GDR. Dal nostro punto di vista, tante community esagerano nel volersi concentrare sugli aspetti tecnici di un MMORPG proprio perché lo snaturano dalle proprie origini. Molti player tra noi hanno iniziato con i giochi da tavolo, da Dungeons&Dragons a HeroQuest passando per WarHammer, quindi innanzitutto hanno amato quei contenuti e solo dopo hanno approcciato al mondo degli MMORPG. Dalle avventure vissute in certi ambiti è nata una raccolta di ministorie (in fase di pubblicazione) con protagonisti i player raccontati con i loro nomi d’arte. C’è chi ci ha dedicato disegni o sonetti e addirittura i Paladine, una rock band, ci hanno dedicato un album. Tuttavia ci piace l’equilibrio, pertanto il nostro motto in questo senso è: combatti da eroe ma divertiti come fai sempre.

Dragonlances Italia

Fino ad oggi verso quali MMO avete deciso di porre l’attenzione? Siete fiduciosi nei confronti di qualche nuova proposta del mercato?

Come Dragonlances abbiamo da subito avuto fiducia in New World di Amazon Studios. Ci stiamo preparando per affrontare questa sfida con la massima preparazione e stiamo già immaginando la roadmap per divertirci combattendo e trovare modi per creare nuovi contest interessanti per vivere “il gioco nel gioco”.

Parliamo adesso di New World, il nuovo MMO di Amazon su cui state riponendo ampie speranze. Pensate che possa essere un progetto valido e duraturo? Quali sono le innovazioni che lo differenzierebbero dalle altre proposte del mercato?

È assolutamente prematuro poter dare un giudizio a tutto tondo. Abbiamo partecipato come in tanti all’alpha e ci ha colpito l’infrastruttura dei server proposta, l’attenzione nei dettagli, alcune meccaniche di gioco che appunto favoriscono il gruppo a scapito del solo-player. Le innovazioni in New World riguardano soprattutto l’aver creato qualcosa di nuovo prendendo gli ingredienti migliori e classici: il bello del survivor ripulito dalle tempistiche tipiche di questi titoli, la dinamicità dei combattimenti con action target e veloci con poche skill da scegliere, un sistema craft completo di tutto e infine il Siege, con la S maiuscola. Insomma tutto lascia ben sperare, confidiamo in Amazon.

Dragonlances Italia

Quali sono i passaggi da compiere per entrare a far parte della vostra community?

Tecnicamente chiediamo solo l’iscrizione al nostro storico forum come punto d’incontro che permette di avere tutto a portata di mano. Per il resto invece chiediamo solo partecipazione. Non siamo una community che offre parcheggio ai fantasmi. Abbiamo entusiasmo, vogliamo divertirci e chiediamo sempre a tutti di partecipare alle attività che organizziamo, senza obblighi, ma cercando sempre di coinvolgere tutti.

Prima di passare alla domanda conclusiva, salutiamo e ringraziamo nuovamente i ragazzi di Dragonlances Italia. Detto questo, su quali piatteforme di riferimento possono trovarvi i nostri Followhz?

Come detto prima, il nostro storico forum, dove c’è tutto ciò che serve per la “community connection” e poi siamo molto presenti su Facebook con una pagina pubblica a cui è associato un gruppo Facebook e twitter. Ovviamente poi ci sono tutti i canali di comunicazione classica come Discord e gruppo whatsapp per i più fedeli. Insomma cerchiamo di non farci mancare nulla. Vi ringraziamo per averci contattato e vi auguriamo il meglio!

5 1 vote
Article Rating
Written by
Salve videogiocatori, mi chiamo Matteo Calvano, ho 16 e come potrete immaginare amo i videogiochi, anzi sono uno di quelli che li ritiene pura arte. Allenatore Pokémon dalla nascita, nel mio curriculum figurano mestieri come stratega, cacciatore di zombie e studente a tempo perso 😉

Diteci la vostra!

3 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x