Xbox Series X: le specifiche hardware

Cari FollowHz,

Ormai ogni giorno escono sempre più notizie sulle console next-gen e Microsoft ha finalmente ufficializzato le specifiche del suo sistema.
Xbox come PS5, dunque, sarà in uscita attorno al Natale 2020 e la guerra tra specifiche ed esclusive è quasi terminata.

Xbox

Sono uscite le specifiche tecniche ufficiali di Xbox Series X e oggi andremo a vederle in dettaglio facendo un piccolo paragone a quello che sappiamo di PS5.

Specifiche Tecniche

  • CPU: AMD Custom Zen 2 octa-core a 3,8 GHz (3,66 GHz w/ SMT), 7 nm
  • GPU: Custom RDNA 2, 12 TFLOPS, 52 CUs a 1,825 GHz
  • RAM: 16 GB GDDR6
  • Larghezza della banda di memoria: 10 GB a 560 GB/s, 6 GB a 336 GB/s
  • Memoria interna: SSD Custom 1 TB NVME
  • Espansione di memoria: fino a 1 TB
  • Memoria esterna: supporto ad HDD USB 3.2
  • Flusso I/O: 2,4 GB/s (Raw), 4,8 GB/s (file compressi, hardware custom per la decompressione)
  • Drive ottico: 4K UHD Blu-Ray
  • Performance: 4K @ 60 fps, fino a 120 fps
  • Peso: 4,45 kg
  • Dimensioni: 15,1 x 15,1 x 30,1 cm
  • Porte: HDMI 2.1 output, 3 x USB 3.2, Ethernet, alimentazione, Slot per la memoria

Xbox

Viste così sono tutte molto belle e potenti ma andiamo a capire cosa vogliono dire.
La CPU sembrerebbe identica a quella per PS5 ma con una frequenza poco più alta, per capire meglio cosa sia la frequenza bisogna dire che una CPU non lavora continuamente ma è più simile ad un orologio, per semplificare se deve fare 2×3 ed ha una frequenza di 1Hz ci mette 2/3 secondi a fare le somme perché fa un’operazione al secondo per avere il risultato, la prima operazione che è 2+2 la fa durante il primo clock, anche se a fare la somma ci mette qualche millisecondo deve aspettare il secondo clock per fare l’altra operazione, quindi nel momento tra la fine dell’operazione in corso e l’altro clock la CPU è a riposo.
Ora che avete capito cosa è la frequenza diciamo un’altra cosa, è la stessa CPU di PS5 solo che Xbox ha messo nelle specifiche la frequenza massima invece PS5 quella media (3.5GHz).

Lato GPU Xbox ha avuto tanto da lavorare ma alla fine è riuscita ad uscirne con una qualità superiore ai vari competitor, pecca solo di frequenza leggermente bassa, in ogni caso il maggior numero di CU e TFLOPS rende Xbox la console con la grafica migliore in commercio, e ci si aspetta un realismo senza precedenti.

La RAM è la stessa dei vari competitor come capacità ed anche la velocità si assesta su buoni livelli, ricordiamo che Microsoft nelle specifiche che rilascia indica sempre i valori massimi e non effettivi.

Arriviamo ora alla novità delle nuove console l’SSD, 1TB di spazio dichiarato da Xbox senza però capire quanto di questo spazio sarà sacrificato per il sistema operativo, Xbox ha sempre promesso ambienti ricchi di applicazioni ma lato memoria questo potrebbe rivelarsi sconveniente anche se ci sarà lo slot per espanderla di un altro TB.

L’ultima specifica che è quella sulla quale Xbox ha perso tanto è il Flusso I/O, che in termini di velocità di trasferimento dati è ridicolo rispetto alla console Sony.

Tutto questa potenza però porta ad un surriscaldamento, ebbene qui Xbox ha avuto una intuizione più che geniale, hanno diviso la scheda madre in modo che nonostante il calore delle componenti sotto tensione sia elevato, l’ omogeneità della dispersione e la distanza tra i componenti non compromette il sistema, inoltre grazie al design e ai flussi d’aria studiati in ogni singolo dettaglio promettono un raffreddamento ottimale.

Features Xbox

Bene le specifiche tecniche sono state ben snocciolate ma a livello pratico cosa significherà, io giocatore come sfrutterò questo concentrato di potenza?

Per prima cosa la grafica sarà a livelli mai visti prima, Xbox può contare sul supporto della DirectX per l’accelerazione hardware e promette di avere un’implementazione del Ray Tracing che non avrà nulla da invidiare ai PC di fascia alta.

Anche la velocità con cui i giochi si caricheranno, grazie alla Xbox Velocity Architecture e la possibilità di mandare fino a 100GB di assets in streaming si potrà passare da un gioco all’altro in modo istantaneo e addirittura giocare a un gioco, lasciarlo aperto in background e giocarne ad un altro, tutto ciò porta un multitasking a livello mobile.

Xbox

Infine, il punto forte di Xbox, la retrocompatibilità con tutti i titoli di tutte le precedenti console Xbox, dalla Xbox Nera a logo verde fino alla recente Xbox One.

5 1 vote
Article Rating

Diteci la vostra!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x