Home » Attività » Join! The Indie: Intervista agli Innovativi organizzatori di Videogames Party

Join! The Indie: Intervista agli Innovativi organizzatori di Videogames Party

Bentornati cari FollowHz,

State pronti per esplorare l’ignoto!!!

Il Join! The Indie, di cui abbiamo intervistato gli organizzatori, offre agli sviluppatori italiani ogni anno uno spazio per presentare i propri videogiochi. A causa del Coronavirus, COVID-19, è stato impossibile costruire un evento dal vivo, date le norme di sicurezza alle quali ogni fiera ed evento deve sottostare. Nonostante ciò i ragazzi di Videogames Party si sono rimboccati le maniche creando qualcosa di innovativo!!!

Sapete che cos’è AltSpace VR? Questa piattaforma creata da Microsoft permette la fruizione e partecipazione a fiere, presentazioni e meeting in ambienti virtuali finemente sviluppati. Ed è proprio in uno di questi showfloor fruibili sia in realtà virtuale che in 2D che avverranno presentazioni, Q&A ed approfondimenti sui videogiochi in arrivo.

Come detto abbiamo intervistato i creatori di questo rivoluzionario appuntamento, sperando che anche voi FollowHz possiate parteciparvi. Ricordiamo a tutti che il Join! inizierà alle 16 del 29 Giugno 2020.

Join!

Egregi organizzatori di Videogames Party, vi ringraziamo profondamente per questa eccezionale opportunità. Passiamo dunque alla prima domanda: Cos’è Join! the Indie e come funzionerà in questo difficile periodo?

Ciao! Join the Indie è un evento dedicato a tutti gli appassionati di videogames che vogliono conoscere meglio il panorama degli sviluppatori italiani ma non solo. Infatti, oltre a conoscere gli sviluppatori e chi lavora nel dietro le quinte, ci saranno diversi speech che raccontano aneddoti simpatici legati al mondo dello sviluppo. Non solo spazio a designer e developer ma anche ai responsabili marketing e comunicazione, potranno raccontare le loro esperienze! Tra i giovani talenti parteciperà Lisa Gobbi 3D Environment Artist in Codemasters, sta lavorando al prossimo Dirt.

Com’è nata l’idea di organizzare un evento interamente virtuale?

L’emergenza COVID ha cambiato il modo di pensare gli eventi e le iniziative. Moltissimi eventi son stati convertiti in modalità streaming, ma a noi non bastava, volevamo provare a fare qualcosa di diverso e più in linea con gli appassionati di Videogames. In un primo momento creare un evento VR sembrava un’attività che richiedesse dei budget troppo alti, successivamente, approfondendo il discorso su diverse piattaforme si e trovata la soluzione più adatta alle nostre esigenze. Inizialmente non è stato facile spiegare il nuovo format agli invitati, ma dopo una prima esperienza, nella nostra Location Virtuale, abbiamo ricevuto un feedback positivo da tutti!

Crediamo che l’evento possa essere un momento molto divertente e piacevole per raccontare un tema in forte crescita: quello degli sviluppatori italiani.

Join!

L’organizzazione degli spazi è uno dei punti fondamentali per la buona riuscita dell’evento, dunque Altspace VR ha garantito la creazione di un’area ampia e sufficiente per l’utenza? Inoltre, al di la del palco puro, ci saranno altre aree esplorabili o interattive per i giocatori?

Abbiamo avuto il supporto da parte del team di AltspaceVR da subito (ringrazio di cuore Andrew Stone per il tempo e la pazienza che ci ha dedicato) ,hanno garantito la possibilità di ospitare oltre 250 persone all’interno del nostro evento in contemporanea (divisi in più ambienti), questo però ha portato delle limitazioni lato aree espositive. 
Troverete un bel palco con videowall e comode sedute 🙂 ma non solo anche un bel Bar e altre aree nelle quali i visitatori potranno conoscersi e chiacchierare con gli sviluppatori e ospiti (come lo youtuber Sabaku).

JOIN! In The Indie si propone a favore degli sviluppatori indie italiani. Di conseguenza quali sono i vostri pareri riguardo il First Playable Found e della proposta di bloccare il finanziamento? Sostenete la petizione per annullare questa proposta?

IIDEA  sta facendo molto bene nel rappresentare l’industria videoludica industria in ambienti nei quali i videogames non sono presi in considerazione, con la loro forza e passione credo possano solo portare degli ottimi risultati. Serve tempo e sperare che politici ed altre figure importanti capiscano realmente cosa c’è dietro la realizzazione di un videogames e i vantaggi che porterebbero portare al nostro Paese.

Join!

Quali sviluppatori saranno presenti all’appuntamento?

INVADER STUDIOS  CEO, Co-Founder, Art Director, Lead 3D Artist – Tiziano Bucci  
34bigthings – Chief Marketing Officer – Max Da Vià  
Gamera Interactive – CEO – Alberto Belli
VLG Publishing – Junior Brand Manager – Lorenzo Baccile
Studio Evil – Producer – Domiziana Suprani
3DClouds – PR Manager – Tommaso Valentini
Stormind Games – Brand Manager – Fabrizia Giuffrida
Mixed Bag – Mauro Fanelli

Giovani talenti italiani all’estero
Lisa Gobbi 3D Environment Artist in Codemasters
Namer Merli UK Marketing Product Manager presso Koch Media UK

Sono previste sessioni di Q&A con le case di sviluppo indie presenti al JOIN?

Al termine di ogni presentazione sarà possibile porre delle domande!

Join!

Il mondo indie viene spesso criticato o poco considerato, ritenuto secondario e non degno di considerazione rispetto ai grandi del settore. Qual’è il vostro parere riguardo questi giudizi?

Credo che gli sviluppatori italiani stiano arrivando ad un ottimo livello di qualità, ancora qualche anno e gli studi non avranno nulla ad invidiare ai più blasonati.

Bene, siamo arrivati alla domanda conclusiva, grazie ancora per quest’ampia possibilità. Dunque infine vi chiediamo: In quali social/siti possiamo avere novità sull’evento?

Grazie mille per l’intervista ed ecco i link per avere maggiori dettagli:
Sito
Instagram 
Facebook

5 1 vote
Article Rating

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x