Home » Attività » Valorant: scopriamo il machmaking competitivo ed i Gradi?

Valorant: scopriamo il machmaking competitivo ed i Gradi?

Salve a tutti cari FollowHz! Nelle ultime settimane non si è fatto altro che parlate del nuovo FPS competitivo di casa Riot Games, ma come funzioneranno il Matchmaking e la gestione dei Gradi in Valorant?

Negli ultimi giorni la piattaforma di Twitch è stata praticamente monopolizzata da Valorant, sia perché il titolo sembra veramente promettente, sia per l’intelligente campagna di rilascio delle key di gioco della Closed Beta, che come sappiamo consisteva nel partecipare alle live di streamer che lo stavano giocando (ma abbiamo anche trattato di qualche truffa a proposito in questo articolo).

Valorant sarà un gioco devoto al mondo del competitivo, prende infatti spunto da titoli del calibro di CS:GO, aggiungendo quel qualcosa che solo Riot poteva fare.

Vediamo quali quali saranno i gradi del ranking del gioco e come funzionerà il matchmaking.

 

“Bene! Ecco un elenco riassuntivo, più sotto trovate anche i dettagli.

  • Completate 20 partite non classificate per sbloccare la modalità competitiva
  • 8 gradi, con 3 livelli ciascuno tranne quello massimo, “VALORANT”
  • Entrate in coda con gruppi fino a 5 giocatori (entro 2 gradi dal vostro)
  • Il vostro grado viene nascosto se sono passati almeno 14 giorni dalla vostra ultima partita competitiva, ma non decade dietro le quinte.
  • Il grado della beta chiusa non viene mantenuto al momento dell’uscita ufficiale

I GRADI

VALORANT_ICONS_UPDATED-ita_v1.jpg

La possibilità di partecipare al matchmaking competitivo sarà disponibile una volta completate 20 partite non classificate. Consideratele una specie di riscaldamento necessario prima dell’impegno vero e proprio.

Ci sono otto gradi, ciascuno diviso in tre livelli: Ferro, Bronzo, Argento, Oro, Platino, Diamante, Immortale e il grado più alto, “VALORANT”. Vincere le partite è il fattore più importante per salire di grado, ma in caso di prestazioni eccezionali potreste procedere più velocemente. Viceversa, perdere partite e avere prestazioni pessime (in base agli incontri precedenti) ridurrà il vostro grado.

Le vostre prestazioni personali all’inizio avranno un impatto maggiore nella valutazione della vostra abilità rispetto alle vittorie. Questa tendenza andrà progressivamente a invertirsi man mano che riusciremo a collocarvi più precisamente a un grado specifico. La modalità competitiva misura anche la qualità di vittorie e sconfitte. Pensiamo che se giocare al meglio per tutta la partita (anche se siete in svantaggio) può portarvi un qualche beneficio, sarà un incentivo per continuare a combattere senza rinunciare.

Per chi è al grado VALORANT, gli unici fattori che terremo in considerazione saranno le vittorie e la qualità di vittorie e sconfitte, perché se avete raggiunto i livelli più alti di gioco competitivo confidiamo che voi e i vostri compagni di squadra vi siate meritati quella posizione.

INTEGRITÀ COMPETITIVA

Il nostro sistema di gradi e matchmaking competitivo serve a offrire uno scontro bilanciato e mantenere al minimo i disagi.

Tenere in conto la vostra prestazione totale ci aiuta anche a individuare meglio gli smurf, prevenire il boosting e ottenere molto più velocemente una rappresentazione accurata della vostra abilità (grado). In questo modo sarete più sicuri di affrontare partite bilanciate con giocatori che si sono effettivamente guadagnati il loro grado.

Piazzare la Spike è più divertente con gli amici, perciò vi abbiamo dato la possibilità di mettervi in coda nel matchmaking competitivo con un gruppo composto da un massimo di 5 persone. Vogliamo che i giocatori si sentano supportati quando sono in una squadra di 5 persone, perché secondo noi è un elemento fondamentale del gioco competitivo di VALORANT. L’unico limite è che, per giocare nella stessa squadra, ogni giocatore dovrà essere entro 2 gradi (6 livelli) da voi. Questo aiuta a garantire che non ci sia una grande differenza di abilità nelle partite, in cui un giocatore è evidentemente molto più forte o debole rispetto agli altri.

Ci siamo anche accertati che l’equilibrio si mantenga a prescindere dalle dimensioni della coda. Il nostro matchmaking competitivo prende in considerazione le dimensioni del vostro gruppo già formato, e ottimizza automaticamente la partita in favore di formazioni simili nella squadra avversaria.

Terremo conto anche dell’inattività dei gradi. Se non giocate una partita competitiva da 14 giorni, il vostro account verrà considerato inattivo e il grado nascosto. Non preoccupatevi, apparirà nuovamente una volta conclusa una nuova partita. Vogliamo essere sicuri che, quando gli altri vedono il vostro grado, questo rappresenti davvero la vostra abilità. Dopo 14 giorni di inattività non siamo più così sicuri che sia giusto mostrarlo. In ogni caso, il grado non decade, quindi non spaventatevi se siete uno di quei giocatori abituati a essere sempre tra i migliori.

PROGRESSIONE COMPETITIVA E OLTRE

La community di VALORANT farà da apripista nell’evoluzione della modalità competitiva e del sistema dei gradi, durante la beta chiusa e specialmente dopo l’uscita ufficiale. Al momento stiamo studiando come inserire un elemento di progressione continua dei gradi che riconosca i vostri risultati competitivi per tutti i gradi al di là di quello mostrato nell’incontro.

Man mano che ci avvicineremo all’uscita ufficiale, vi daremo ulteriori informazioni su questo e su altre migliorie della modalità competitiva e dei gradi di VALORANT.”

Questa era parte del comunicato, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale per approfondire l’argomento e vi ricordiamo che lo shooter tattico in prima persona in arrivo nell’estate 2020 su PC.

E voi che ne pensate di Valorant? Avete avuto modo di provarlo?

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x