State of Play 10/12/2019: Monopolizzare è meglio che curare.

Bentornati cari FollowHz,

State pronti ad esplorare l’ignoto!!!

Oggi alle ore 15 si è svolto l’ultimo State of Play del 2019, uno dei tanti eventi in stile Nintendo Direct organizzati da Playstation. Inutile dire come le novità siano state tante spaziando da indie game sorprendenti,al VR, per poi arrivare a news finali senza precedenti, in modo tale che l’attenzione in una settimana così ricca di possibili World Premiere venisse totalmente monopolizzata sulla console da gioco di Sony. E dare aver fatto codesto plauso alla bravura comunicativa dei responsabili marketing dell’azienda in questione, non possiamo far altro se non gettarci nella mischia di hype generatosi nelle ultime ore.

Il buongiorno si vede dal mattino, ed Untitled Goose Game ha rappresentato la piccola brezza che precede un forte vento impetuoso. Il porting dell’indie rivelazione dell’anno è previsto per il 17 Dicembre 2019, data nella quale potremo vestire i panni dell’oca più iconica del mondo videoludico. Il videogioco ha riscosso così tanto successo proprio grazie alla sua varietà strutturale, impostata come un’opera commedy senza senso ma che nasconde un velo di logica e pensiero laterale, impreziosito da una buona dose di Stealth. Qualcosa che nessun player dovrebbe farsi scappare.

La presenza di almeno un Battle Royale era obbligatoria, ma stavolta la situazione sembra essere un tantino diversa rispetto al passato. Infatti stiamo andando a porre l’attenzione su SpellBreak, un multiplayer appartenente alla categoria citata ma i cui scontri non vengono attuati mediante l’uso di armi da fuoco, quanto più si soffermano su incantesimi e magie, ponendo un ipotetico nuovo standard per il settore. Il gioco è già provabile su PC, ma nessuno vi vieta di aspettare la pubblicazione sulle piattaforme da gaming casalinghe.

Media Molecule ha ribadito la propria presenza nel medium anche grazie a questa partecipazione nella line up del suddetto State of Play, arrivando in pompa magna con l’annuncio della data d’uscita di Dreams. Il trailer che ha accompagnato la dicitura 14 Febbraio 2020 ha toccato il cuore di ogni appassionato, in quanto presenta molte creazioni fatte da noi videogiocatori, con pochi momenti riservati alla campagna principale che il gioco presenterà una volta rilasciata questa versione 1.0. La magia infusa in noi fan da questo studio di sviluppo sempre supportato dalla Sony non ha eguali. 

Altro giro, altro porting. Le prospettive sono un concetto artistico che molto spesso viene sottovalutato. Grandezza di oggetti in rapporto con la lontananza degli stessi, un lavoro che richiede ore di esercitazione e dedizione alla tecnica artistica abbracciata dall’autore. E se paragoniamo il Videogioco all’Arte allora potete ben capire come questo concetto possa essere traslato nella sua forma più pura anche in ambientazioni ricreate virtualmente. Superliminal non è solo un videogioco visionario, ma esso stesso rappresenta un passaggio diretto da spettatore passivo a artista vero e proprio, plasmando il mondo di gioco alla sandbox maniera e trasformandolo in una tavolozza su cui si è costretti a lavorare per proseguire. Un’idea innovativa, unica ed affascinante, che caratterizza una delle opere più interessanti della decade appena trascorsa. 

Se con Another World il genio visionario Eric Chahi ha riscritto parte della storia videoludica, Paper Beast è pronto a rivoluzionare il mercato della realtà virtuale. Anche in questo caso andiamo a parlare di un gioco incentrato sul modellismo di un ecosistema scriptato, ma se in precedenza ci siamo soffermati su oggetti inanimati, qui andiamo a porre l’attenzione su esseri viventi, che seppur si presentino in forme irrealistiche, o meglio, surrealistiche, comunque rimangono fragili come la carta di cui sono fatti. Un lungo lavoro necessario per rendere le movenze di creature inesistenti realistiche a tal punto da poter provare una sorta di empatia.

Re Mind non è solo un DLC, ma la prosecuzione di un viaggio. Il terzo capitolo della meravigliosa saga di Kingdom Hearts ha rappresentato un punto di riferimento per tutti gli amanti di Disney e Square Enix, portando avanti un lunghissimo percorso che sembra non finire mai. Nonostante l’entusiasmo la mancanza di numerosi personaggi di Final Fantasy si è fatta sentire, così come di una varietà più divertente e complessa degli scontri provabili durante l’esperienza. Questi buchi saranno presto rattoppati dall’espansione in arrivo a Gennaio 2020, sperando che i nostri cuori siano ancora pronti per esperienze del genere.

La licenza acquisita dagli sviluppatori di Friday The 13th si è nuovamente mostrata anche se ho osservato una puntina di depotenziamento in molti ambiti della produzione. Grafica, Gameplay e Sviluppo Online sembrano essere profondamente datati ed automaticamente ripetitivi. Incredibile come il Terreno di Caccia appaia più simile ad una mappa di Call of Duty, senza futurismi vari ma con un concetto di guerra rimarcato con troppo entusiasmo.

Dopo essere sparito dai radar per troppo tempo, Babylon’s Fall torna sotto la luce dei riflettori, mostrando tutta la potenza della collaborazione tra Square Enix e Platinum Games. Ambientazioni e Scenari sono inusuali, ma lo stile di combattimento è irriconoscibile. Adrenalina pure, racchiusa in fendenti brucianti e che non lasciano scampo a nessun nemico. Un action puro, nudo e crudo, senza derivazioni di sorta ma incentrato unicamente sul combattimento sorprendente. Un lavoro ancora in sviluppo ma che per la sua portata potrebbe essere già capace di fare molto rumore. Molti hanno ritenuto l’annuncio sotto tono, per me è stata una dichiarazione di guerra ad ogni prodotto futuro del genere. 

Resident Evil 3 ha trovato conferma nella baraonda generata dai folli vertici di Playstation. Inizialmente l’annuncio era stato presentato per introdurre novità sul Project REsistence (essendo poi stato definito come un apparato multigiocatore del Remake), ma il trailer si è evoluto a tal punto da far scaturire la bellezza di Jill Valentine, di Carlos e di Raccon City, con alcune scene che fanno presagire cambiamenti nell’ambito della sceneggiatura e narrazione in previsione di un’ipotetico RE: 8. Staremo a vedere, ma di sicuro non potrete lasciarvelo sfuggire, poiché dal 3 Marzo 2020 non potrete più nascondervi dalla mostruosità del Nemesis.

E con questo è tutto!!! Cosa ne pensate di queste novità? Fatecelo sapere nello spazio riserv…..

 

Con un clamoroso colpo di Scena da cardiopalma, Sony ha annunciato di star per mostrare novità sull’ultimo capitolo di Suker Punch. Il samurai di Tsushima è pronto a monopolizzare i Game Awards 2019!!!!

0 0 vote
Article Rating
Written by
Salve videogiocatori, mi chiamo Matteo Calvano, ho 16 e come potrete immaginare amo i videogiochi, anzi sono uno di quelli che li ritiene pura arte. Allenatore Pokémon dalla nascita, nel mio curriculum figurano mestieri come stratega, cacciatore di zombie e studente a tempo perso ?

Diteci la vostra!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x