Home » Attività » Loadout: Un Gioco Dimenticato

Loadout: Un Gioco Dimenticato

Salve a tutti, cari followhz.

Come da titolo, oggi, vi parlerò di un gioco che ha, ingiustamente, avuto vita breve: Loadout. Ti pareva che l’unico sparatutto in cui me la cavavo potesse chiudere miseramente.

Loadout

Per chi non sappia di cosa io stia parlando, bé, è appunto uno sparatutto Free to Play, con un originale stile cartoonesco e le particolari modalità:

  • Death Snatch: è un death match particolare in cui non contano solo le kill, ma anche prendere più provette dell’avversario che vengono droppate ogni volta che un giocatore muore e respawna;
  • Blitz: randomicamente (anche se la posizione delle bandiere è sempre la stessa in ogni area) viene attivata una bandiera: lo scopo è di rimanerci vicino e farla salire per dare punto alla propria squadra. Naturalmente, la squadra vicina più numerosa, la fa salire, ma la sua velocità è rallentata in caso di vicinanze avversarie;
  • JackHammer, la mia modalità preferita: ogni squadra ha il suo martello nella propria base, lo scopo del gioco è, “semplicemente”, rubare quello avversario e ritornare nella propria base, considerando che quando si prende il martello, non si usa più la propria arma da fuoco, ma il martello oneshotta, sempre se si riesce a colpire a terra nelle vicinanze dell’avversario. Inoltre, per fare punto, il martello della propria squadra deve anche essere nella propria base;
  • Annientamento: è la combinazione tra tutte le modalità precedenti: ogni squadra ha il suo martello in base, viene attivata una bandiera casuale da conquistare e quando i personaggi muoiono, droppano le provette.

Loadout

Per non parlare delle sue morti splatter, alleggerite dal suo stile cartoonoso che differivano a seconda di dove si viene colpiti. Aveva solo due piccoli difetti: pochi personaggi e pochi scenari ed anche una modalità che, almeno io, ho sempre visto closed o sempre poco partecipata, quindi, impossibile da avviare. Ma, nel complesso, per essere un free to play, ritengo che sia stato molto originale ed innovativo ed è un peccato ed è strano venirlo a sapere così all’improvviso che la Edge of Reality stessa abbia fallito.

Loadout

Le armi erano anche molto interessanti: si andava dal lanciarazzi semplice a quello rasoterra, fino al fucile teaser o di fuoco, personalizzabile a piacimento, col mirino o senza, automatica o semiautomatica o totalmente manuale, insomma, letteralmente, la si poteva personalizzare come si voleva.

Le ambientazioni, invece, erano sempre molto futuristiche con distanze abbastanza lunga da una base all’altra.

E voi, ve lo ricordate? Se è si, con affetto o con disgusto?


Dicci la tua!

1 0

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami