Retrolovers: Oggi con il Re del Pop

Salve a tutti i nostri Retrolovers!

Come di consueto per noi nostalgici del gaming ecco arrivato il giorno della nostra amata rubrica Retrolovers e per questa puntata parleremo di un gioco tratto da un film con protagonista il Re indiscusso del Pop.
Ahhh siii Justin Timb….EEEEEEH? MA CHE DICI!!!! ANATHEMA!!

Si proprio lui, il leggendario e compianto Michael Jackson!

Michael Jackson ha abbracciato generazioni intere ed è riuscito a crearsi un bacino di fan immenso con la sua pluralità musicale. I suoi testi poi, sono stati portavoce di pace, di giustizia sociale e di speranza e la sua influenza artistica e personale rimarrà ancora ben salda per millenni.

Michael era un’icona e come tale, visto i bellissimi anni 80′, si è prestato per tantissime cose tra cui un film cult chiamato “Moonwalker” che io personalmente ho visto circa duecento volte da cui è stato tratto il gioco di oggi: Michael Jackson’s Moonwalker.

Ma perchè Moonwalker?
Magari i fan incalliti come me lo sanno, ma per i profani il Moonwalk era un passo di ballo che Michael perfezionò a tal punto da renderlo molto realistico e che divenne il suo passo iconico. Per dirlo in parole parole, era il famoso passo con la camminata al contrario.

Nel film troviamo il Re impersonare vari personaggi dei suoi video come Speed Demon, Bad e Smooth Criminal. Quest’ultimo darà la base del vestiario al nostro beniamino nel gioco.

Il gioco si svolge su più livelli in cui affronteremo orde di nemici a suon di calci e pugni  presi dai suoi passi di danza fino ad arrivare alla mossa speciale in cui balleremo insieme ai nostri nemici riprendendo le celebri mosse di danza di thriller, smooth criminal e bad per farli fuori tutti in una volta. Si lo so è abbastanza strano ma stiamo parlando di un gioco con protagnista Michael Jackson, mica Rambo.

Moonwalker è stato pubblicato nel 1990 da SEGA per il Mega Drive e il Master System che si differenzia molto dalla versione Arcade e dalla Versione Pc.

Io non avevo il Mega Drive, avevo il Nintendo ma andavo da mia cugina a giocarci perchè ero un fan sfegatato di Michael Jackson e nonostante il gioco  fosse solo un tributo non avendo comunque nemmeno una personalissima profondità narrativa, il fattore dominante che non mi faceva smettere di giocare era proprio il protagonista del gioco che con il suo carisma anche a 16 bit riusciva a prendermi e a farmi perdere nei meandri del Moonwalker.

Vi consiglio fortemente di guardarvi il film in cui Michael Jackson da il meglio di se e per tornare bambini anche una bella giocata con il gioco della settimana. Interessante il livello finale in cui… Non ve lo dico scopritelo!!!

Vi lasciamo ad un fantastico, esilarante ed imprecante gameplay del nostro Mr. Watty che ha un misterioso problema con le scale. Guardare per credere!!!

 

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

2 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x