ELECTRONIC ARTS: LE CASSE PREMIO COME LE UOVA DI CIOCCOLATO

Salve a tutti cari followHz,
sappiamo bene l’uso che EA ha fatto e continua a fare delle casse premio suscitando le ire di molti giocatori. Secondo Kerry Hopkins, vicepresidente degli affari legali di EA, questi criteri di acquisto casuale  andrebbero  classificati con l’appellativo “meccaniche a sorpresa”.
Intervenuto in un dibattito che ha coinvolto il comitato per la cultura, i media e lo sport presso il parlamento britannico, il dirigente ha dunque provato a persuadere i propri interlocutori sostenendo che i bottini implementati in determinati titoli possono considerarsi alla stregua delle sorprese presenti negli ovetti di cioccolata kinder, negli Hatchimals o nelle LOL Surprise.
In risposta alle domande del parlamentare Brendan O’Hara, ha osservato:

“se pensiamo al modo in cui abbiamo implementato questo genere di meccaniche – e FIFA ovviamente è il nostro più grande esempio con FIFA Ultimate Team e i nostri pacchetti – è in realtà piuttosto etico e piuttosto divertente”.

“Concordiamo con la commissione per il gioco d’azzardo del Regno Unito, la commissione australiana per il gioco d’azzardo e molte altre commissioni sul gioco d’azzardo secondo le quali non si tratta di gioco d’azzardo. Inoltre, non siamo d’accordo sul fatto che ci siano prove con le quali sia dimostrabile il nesso col gioco d’azzardo. Pensiamo invece che sia come molti altri prodotti che le persone apprezzano in modo sano, come l’elemento sorpresa”.

Cara Hopkins, scusa ma ora parlo io: sai perché le casse premio non solo non possono, ma non devono assolutamente essere assimilate alle uova di cioccolata della marca da te citata? presto detto, prendiamo in esame il gioco di punta per EA cioè FIFA che è anche l’esempio più classico di casse premio…se tu (EA) mi permetti di acquistare dei “pacchetti” per altro a prezzi esorbitanti garantendomi la possibilità di trovare giocatori di un certo tipo, giocatori che poi raramente vengono effettivamente trovati (attualmente si ha il 3,6% di probabilità) sei in mala fede.

Ah, Hopkins, tornando al discorso delle uova, quando ero piccolo, la sorpresa rappresentata sulla confezione era la stessa che c’era nell’uovo quando lo aprivo.

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x