Home » Activity » 3DCLOUDS, IN CORSA VERSO IL DOMANI!

3DCLOUDS, IN CORSA VERSO IL DOMANI!

Ben ritrovati cari FollowHz!

Molti sono gli studi indipendenti che nel corso dell’ultimo decennio sono nati e stanno crescendo a vista d’occhio, nonostante le numerose difficoltà da affrontare quotidianamente, dato che quello video-ludico si è sempre dimostrato essere un settore fortemente competitivo, talvolta troppo per chi non è sufficientemente tenace per affrontare il confronto con i colossi delle produzioni di grosso calibro come Bandai Namco, Activision Blizzard e Square Enix. Tra questi piccoli manipoli di sviluppatori, che impavidamente lottano per fare in modo che le proprie opere ricevano la giusta visibilità nel vasto mercato globale, vi è 3DClouds, studio attivo da cinque anni in quel di Milano e composto da 20 membri i cui punti di forza (come da essi stessi puntualizzato nella descrizione sul proprio sito ufficiale) risiedono nel mix tra la grande esperienza dei veterani dell’industria e i giovani, talentuosi artisti all’inizio del fulgido percorso della propria carriera. Al momento hanno  sono due i giochi all’attivo dello studio, il kart racing All Star Fruit Racing, e Xenon Racer, uscito il 26 marzo scorso sulle piattaforme per PS4, Xbox One e Nintendo Switch , un simulatore di guida prettamente impostato su modalità arcade, secondo la migliore tradizione dei titoli racing ipercinetici degli anni 90, entrambi realizzati tramite l’Unreal Engine

Abbiamo avuto modo di intervistare il lead designer e fondatore dello studio Francesco Bruschi, il quale ci ha illustrato la storia del team, oltre ad aver fatto qualche piccola considerazione sullo stato attuale del settore.

Senza eccessivi indugi, ecco di seguito il testo dell’intervista:

Salve Ragazzi. Prima di cominciare, vorremmo ringraziarvi per aver deciso di spendere due parole con noi. Senza ulteriori esitazioni, parliamo un po’ della vostra attività di sviluppatori. Come è quando è nata la vostra squadra?

Un saluto a voi! Il team è nato dal 2014, con la fondazione di 3DClouds. Ad oggi è in continua espansione e al nucleo originale si sono aggiunte molteplici figure professionali, permettendoci di raggiungere i circa 20 professionisti. 3DClouds è nata con l’idea di avere sempre tra le sue fila un mix ben amalgamato di veterani con una certa esperienza e giovani ragazzi molto promettenti.

Come siete entrati nel mondo dei videogiochi?

Nei primi anni 3DClouds, grazie al suo know-how, ha collaborato con diverse aziende per la realizzazione di vari videogiochi su console e mobile. In seguito, grazie alla maggior esperienza accumulata dai più giovani, nel 2016 abbiamo deciso di sviluppare la nostra prima proprietà intellettuale utilizzando Unreal Engine: All-Star Fruit Racing, un kart racing game a tema frutta.

Abbiamo deciso di affrontare poi una Early Access su Steam nel settembre 2017 fino ad arrivare all’uscita della versione retail su PlayStation 4, Nintendo Switch e Xbox One (Solo in digitale) nel giugno 2018.

C’è qualche studio di sviluppo che, agli inizi della vostra carriera, vi ha in qualche modo ispirato?

Ovviamente. Credo che tutti abbiano sognato almeno una volta di lavorare in Naughty Dog o in Blizzard, case capaci di realizzare titoli indimenticabili. Gran parte del nostro staff è cresciuto in aziende italiane sognando e puntando a quelle eccellenze. Lavoriamo sempre prendendo spunto da molteplici fonti di ispirazione, cercando di migliorarci continuamente attraverso tutte le esperienze lavorative precedenti. Sarebbe bellissimo divenire a nostra volta fonte di ispirazione per qualcuno, magari per tutti i ragazzi che stanno muovendo i loro primi passi nel mondo dello sviluppo.

Che opinione avete del settore dell’industria video-ludica?

È un mercato molto difficile, una vera e propria giungla in molti casi, e se non si affronta il settore con estrema decisione e con idee chiare il rischio è quello di farsi estremamente male. Non è però tutto così negativo, c’è un gran rispetto tra le aziende, e non mancano casi di reciproco aiuto tra gli sviluppatori, sempre disposti a darsi una mano in caso di bisogno, credo che questo sia sicuramente uno dei lati migliori dell’intera industria.

Quale è il genere video-ludico che preferite?

Tutti i generi hanno esponenti impossibili da non apprezzare, a prescindere dalle proprie preferenze. I videogiochi sono il nostro lavoro, ma anche una grandissima passione e se è vero che i nostri primi due titoli sono racing game arcade puri non vogliamo limitarci a questo genere. Amiamo i videogiochi in quanto tali e speriamo di poter esprimere la nostra creatività nel maggior numero di modi possibili. Per questo nel nostro futuro vorremmo poter sviluppare titolo capaci di abbracciare un’enorme varietà di generi.

Cosa ne pensate dell’odierna offerta video-ludica?

L’offerta di oggi è enorme, vasta, grandiosa e, purtroppo, anche soffocante. I titoli di qualità sono aumentanti esponenzialmente, così come le produzioni mediocri, in una situazione che è andata a saturare il mercato. Ora per emergere è necessario svolgere un ottimo lavoro comunicativo e Marketing e PR svolgono un ruolo fondamentale per la buona riuscita dei progetti, divenendo spesso importanti tanto quanto la buona qualità di un prodotto. Risulta difficile inventare qualcosa di nuovo e anche le grandi aziende stanno risentendo di questa crisi creativa, anzi spesso sono i piccoli studi indipendenti quelli più propensi a sperimentare e lanciarsi verso nuove idee.

Che cosa ne pensate della correlazione gioco=violenza?

È un tema sempre delicato e molto complesso da trattare in poche righe. La violenza fa parte di questo media e alcuni dei giochi più famosi la includono e la esprimono liberamente. Penso sia giusto così e che non vada repressa in alcun modo ma sono altresì convinto che debbano essere tutelati i più giovani attraverso un efficace sistema di controllo. Che può partire dal PEGI, eventualmente, ma che deve sempre culminare con i genitori, che devono esser coscienti e informati.

Attualmente siete al lavoro su qualche nuovo progetto?

Il nostro obiettivo è quello di portare due titoli all’anno su tutte le piattaforme e visto che per ora Xenon è l’unico gioco 3DClouds uscito quest’anno (l’abbiamo lanciato lo scorso 26 marzo) è facile fare i conti. Non possiamo però ancora sbottonarci o scendere nel dettaglio, vi consigliamo di seguire i nostri canali social per restare sempre informati su tutte le ultime novità!

 


Have your say!

3 0

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami