Tannenberg Recensione: Eredi di Celebri Guerre.

Bentornati cari FollowHz,

State pronti per esplorare l’ignoto!!!

Molti ricordano la terribile battaglia di Tannenberg della Prima Guerra Mondiale, celebrata nel videogioco che ci apprestiamo a recensire. Un conflitto di logoramento che ha messo a dura prova la pazienza e la mente dei soldati coinvolti, che pur di non perdere posizione hanno costruito trincee invalicabili assestando solo saltuariamente dei colpi al nemico. Pianificazione e strategia furono essenziali per la vittoria tedesca.

Al contrario in Tannenberg, uscito recentemente per console, tutte le battaglie si incentrano più sulla spettacolarità che sulla fedeltà storica, ispirandosi ad altri capisaldi del medium videoludico ed allontanandosi da altri celebri sparatutto che hanno tentato di ottenere successo basandosi sul mero e semplice realismo. 

Tannenberg

Tannenberg non è altro che un videogioco orientato sul multiplayer che punta completamente sulla sua profonda atmosfera. Parlo ovviamente di una riproduzione storica e fedele di ambientazioni e costumi dei personaggi, che trasportano il giocatore in una dimensione ovviamente fasulla ma profondamente cinematografica. 

Purtroppo non si può dire lo stesso per quanto concerne il gameplay, in quanto ho percepito raramente il feeling dei colpi, in quanto spesso non sono riuscito a comprendere se avevo effettivamente ucciso o meno un nemico. Insomma possiamo dire che il tutto si presenta come un Battlefield dal gunplay spompato inserito in Verdun

Tannenberg

Nei territori di combattimento l’impatto grafico è soddisfacente, lasciando trasparire una particolare cura verso i dettagli naturalistici, creando un giusto contrasto tra i colori freddi di armi e corpetti e i toni caldi di alberi, piante e trincee. Il tutto si evolve in uno stile artistico classico e senza troppe pretese, su cui si sarebbe potuto osare di più.

Nonostante qualche problema elencato durante la seguente recensione, il gioco in se attira per la semplicità ed immediatezza con la quale si può entrare in partita, che garantisce un immersione ed impatto emotivo davvero notevole. Il risultato dunque è magistrale, permettendo al giocatore di sperimentare partite online senza troppe pretese, aumentando l’immedesimazione e tralasciando dettagli tecnici purtroppo legati ad un budget indipendente. 

Inoltre non è da sottovalutare l’impatto scenico garantito da musiche ed effetti audio all’avanguardia, che ricalcano perfettamente l’atmosfera del campo di battaglia. La soundtrack riesce a placare la sete di battaglia nei menù, con suoni rilassanti e canzoni classiche, placandosi poi durante le partite lasciando spazio a spari, esplosioni e rumori tonanti, che con cuffie attaccate al controller appaiono splendidamente sviluppati, puntando nuovamente sul già citato realismo. 

Allora cosa ne pensate? Fatecelo sapere nello spazio riservato ai commenti. 

5 1 vote
Article Rating

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x