Home » Notizie » ROCKET LEAGUE DICE ADDIO ALLE LOOT BOX CASUALI

ROCKET LEAGUE DICE ADDIO ALLE LOOT BOX CASUALI

Salve a tutti cari followHz,


all’interno delle pagine di questo sito ci avete visto parlare spessissimo del sistema delle loot-box e della loro “atroce” casualità.
Gli sviluppatori di Rocket League hanno appena annunciato una grossa novità riguardante le loot box del gioco, il cui contenuto non sarà più completamente casuale.

Le casse premio sono state introdotte nel 2016 per finanziare i nostri montepremi ed eventi di eSport, , ma fino ad ora assegnavano ai giocatori degli oggetti casuali”.

Queste le dichiarazioni di Psyonix.

L’idea però non è originale, infatti gli sviluppatori hanno preso ispirazione dal sistema di casse premio già visto su Fortnite.
In cosa consiste questo sistema? Come appunto nel titolo di Epic Games, anche le casse del titolo Psyonix mostreranno ora al giocatore il loro contenuto prima che questo proceda all’acquisto.
Si tratta di un sistema molto più trasparente, che permette così all’utente di sapere perfettamente cosa sta per pagare e decidere di conseguenza se effettuare o meno la transazione.
Mi viene da pensare che questa non sia una scelta operata direttamente dagli sviluppatori, piuttosto da Epic Games che di recente ha inglobato il team Psyonix. Il fatto stesso che Rocket League venga citato sul sito dedicato a Fortnite, fa capire che sono stati i nuovi proprietari ad imporre l’eliminazione delle loot-box in chiave classica. Per quello che riguarda invece il Rocket Pass Premium, le auto acquistabili separatamente nel negozio e l’Esport Shop, questi non subiranno alcun cambiamento.
Tutto cambierà entro la fine dell’anno, da allora (come detto) i videogiocatori sapranno esattamente cosa stanno comprando prima ancora di acquistarlo

L’anno scorso, Belgio e Paesi Bassi hanno dichiarato che le loot box erano una forma di gioco d’azzardo e quindi qualcosa di illegale – una mossa che ha costretto i publisher a disabilitare il metodo di monetizzazione in una serie di giochi di alto profilo, tra cui FIFA, Overwatch e Counter-Strike: Global Offensive. Poi, a maggio di quest’anno, un senatore degli Stati Uniti ha proposto una legislazione per vietare loot box e la meccanica pay-to-win.

Cari followHz, sono sicurissimo che ricordiate tutte le volte che ho alzato la voce parlando di loot-box, ora riflettendo su questa notizia, il mio pensiero è questo: ovviamente sono felice e soddisfatto per il cambio di rotta operato, magari sarà solo l’inizio, attenzione, non sono per la totale esclusione delle casse dai titoli, piuttosto (come sta già avvenendo) per una rivisitazione totale.
Chiaramente cari followHz, se il meccanismo a cui stiamo avvicinandoci è quello descritto nelle righe di cui sopra, prevedo due possibilità: la prima è che come per magia cominceranno a venire fuori dei mega premi, la seconda è che ci saranno ingenti perdite relative al sistema delle casse.
Cosa ne pensate?


Have your say!

1 0

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami