Home » Attività » The Escapist, Indie ShowCase: La Fantasia Rinasce dagli Indie

The Escapist, Indie ShowCase: La Fantasia Rinasce dagli Indie

Salve a tutti, cari followhz.

Non so quanti di voi abbiano visto The Escapist Indie Showcase di quest’anno, ma dire che è stato una bomba è riduttivo. Per chi volesse recuperarselo, prendetelo come una serie di piccoli cortometraggi, perché è ciò di cui tratterò in questo articolo:

Ovviamente, premetto che ogni gioco ha delle proprie peculiarità, ma non c’è stato un singolo prodotto che mi sia dispiaciuto, il che non è facile come abbiamo visto nella nostra live sul Pc Gaming Show.

Inoltre molti videogiochi multiplayer sono stati ottimizzati per le live: gli sviluppatori stessi offrono dei server Discord per gli streamer che giocano in live il loro gioco, come RiftBreaker!

Si può dunque parlare della rinascita della fantasia perché gli indie fanno la differenza in un mondo di tripla A molto simili tra di loro, come si può notare da questo showcase. Non si seguono mode, anzi, abbiamo a disposizione tutti i generi possibili ed immaginabili, tutto a vantaggio di noi giocatori. Inoltre questi fattori donano all’utente la sensazione che durante il processo creativo venga lasciata libera l’inventiva degli sviluppatori, ed infatti ciò che otteniamo è della vera e propria arte, unita a tante isometrie e giochi in prima persona, perlopiù. L’unica visuale che sembra mancare è quella in terza persona, ma penso che le componenti isometriche possano essere un giusto sostituto in questo caso.

Ma non dovete essere pessimisti per questo microelenco di visuali, perché voi non avete idea (se non l’avete visto) di cosa significa spaziare letteralmente in ogni singolo genere:Gamedec

Il primo che mi sento di citare (non per importanza dato che sono troppo diversi e imparagonabili) è GameDec: innanzitutto notiamo che è isometrico ed io che non vado pazzo per questa visuale e di conseguenza il fatto che mi sia piaciuto è già un indice positivo. In questo gioco rpg, non solo vi avventurerete in un’ambientazione cyberpunk, ma addirittura sarete degli Sherlock Holmes del futuro! Tramite uno schema molto iconico e futuristico, potrete, quindi, riordinare le idee e risolvere i casi, sapendo che certe volte possono esserci concatenazioni tra le varie indagini.

Il secondo da non perdere è DreamScaper, presto su Steam, di cui è disponibile già un suo prologo gratis! In questo gioco abbiamo un buon mix di combattimenti corpo a corpo, ma anche dei dialoghi abbastanza profondi. Particolare anche per la meccanica di doversi svegliare ad ogni morte.

Interessante anche Disjunction, di cui c’è già una demo gratuita, il quale dà l’impressione che i suoi sviluppatori siano molto fan del primo Metal Gear Solid per PS1.

Quantum League si presenta come un rivoluzionario FPS online in cui si combatte o ci si allea con gli io del passato o del futuro.

Out of PlaceOut of Place  è talmente originale che non sorprende il fatto che abbia vinto tantissimi premi: qui, si controlla un ragazzo che, come spiega il titolo, è fuori posto, ma non dovrà perdersi d’animo e riuscire a combattere tutti i nemici che incontra.

Danger Scavenger è un roguelike shoot’em up isometrico e molto caciarone in stile cyberpunk.

A Juggler’s Tale mi ha davvero colpito per la sua originalità: in perfetto stile Limbo, controlliamo una bambina con dei fili appesi al cielo, in un gioco tutto da scoprire.

Deleveled

Deleveled è un rompicapo particolare strutturato come si vede nell’immagine: controllate due quadrati (uno sotto e uno sopra) che si muovono in parallelo ed entrambi dovranno coordinarsi per raggiungere entrambi nello stesso momento la fine del percorso. L’interessante meccanica di questo gioco è il fatto che non abbia un pulsante di salto ma, per ottenerlo, bisognerà cascare dall’alto in modo tale che, scendendo, un quadrato dia la spinta all’altro del mondo opposto, cosicché entrambi saltino di continuo (quando succede).

Anche Relicta è molto affascinante, essendo un videogioco in cui bisogna combinare fisica e magnetismo in modo creativo per scoprire tutti i segreti dell’opera.

Gone ViralMa Gone Viral è stato davvero spettacolare: un hack & slash davvero frenetico con visuale isometrica in cui tanti nemici vengono addosso al protagonista e bisogna vincere questa sorta di torneo con tanto di annunciatore. Non vi basta? E se vi dicessi che dalla chat di Twitch si potrà votare premi o ostacoli da far spawnare al giocatore da una stanza all’altra?

Questi, naturalmente, sono solo alcuni degli esempi che mi sono rimasti più nel cuore, ma ripeto, ce ne sono davvero tantissimi da recuperare in questo showcase e, vi assicuro che non vi annoierete: tanti trailer uno dopo l’altro, con qualche interruzione da parte degli sviluppatori che però non si perdono in chiacchiere e dicono qualche curiosità sullo sviluppo per poi narrare la lore e/o la storia del gioco.

E voi, cosa ne pensate? Siete d’accordo della rivoluzione indie sempre più vicina?

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x