Questioni di Prospettiva: EFootball PES 2020 con gli occhi di un fan di FIFA

Bentornati cari FollowHz,

State pronti per esplorare l’ignoto!!!

Il mondo dei simulatori di calcio è sempre ricco di possibili sorprese, nonostante siano solo due i videogiochi che detengono lo scettro e la corona di migliori videogiochi calcistici: FIFA di EA Sports e EFootball PES di Konami. Personalmente sono sempre stato un’appassionato del prodotto di Electronic Arts, ma nel tempo tutto può cambiare radicalmente.

Mi riferisco ai nuovi prodotti appartenenti a queste serie di successo, in quanto FIFA 20 e EFootball PES 2020 sono prodotti diametralmente opposti agli occhi dei giocatori. Infatti, mentre FIFA 20 è stato pesantemente criticato per la mancanza di nuovi contenuti, PES 2020 ha ricevuto sontuosi consensi per le sue innumerevoli innovazioni, riuscendo così a far breccia nei cuori di molti appassionati.

Devo dire la verità, anche io mi sono lasciato trascinare in questa schiera di fan sfegatati, scoprendo lati nascosti di un competitor che poco conoscevo.

Iniziamo dicendo che la mia avventura con i giochi di genere sportivo inizia con un meraviglioso FIFA 12 su Playstation Portable, nell’era di grandi calciatori che popolavano le squadre italiane. Dopo un po’ di anni lontano da questa schiera di produzioni, mi riavvicino al brand con l’edizione del 2017/2018, molto appassionante anche per l’inserimento di modalità che variano dalle solite Carriere o dalle tipiche partitelle. 

Mi riferisco senza ombra di dubbio al The Journey, avventura con protagonista Alex Hunter, che aggiunge una “campagna” singleplayer alla scoperta dell’esordio di un giovane campione. Inutile dire come una narrazione così ben inserita in scenari di campionati inglesi e coppe nazionali mi abbia catturato fin da subito, variando la monotonia di un prodotto per anni sempre uguale.

Recentemente però la situazione è tornata alla solita banalità di un tempo, e le novità in FIFA 20 scarseggiano. Perfino Volta Football, la modalità alla FIFA Street maniera, non è riuscita a convincermi, con il suo gameplay troppo incentrato sulle skills e sulle abilità dei giocatori. 

Dopo mesi nei quali mi sono incentrato su altri prodotti Tripla A arriva Gennaio 2020, con i suoi tipici saldi, durante i quali mi viene la folle idea di acquistare EFootball PES 2020, gettandomi alla scoperta di un mondo a me sconosciuto, ma profondamente appassionante. 

Molto spesso le sorprese giungono in momenti calmi e pacati. Così è stato il mio approccio con EFootball PES 2020, senza particolari aspettative ma solo con un’enorme curiosità.

Il gameplay, seppur molto arcade, mi ha subito conquistato. Nel suo essere giocoso riesce a rappresentare con realismo la spettacolarità delle incredibili azioni dello sport più bello al mondo. Azioni rapide e veloci che divertono senza particolari fronzoli

Punto forte sono anche i tanti dettagli aggiunti, che aumentano l’immedesimazione in numerose Master League, o Carriere Allenatore. Proprio Quest’ultime creano un ampio appagamento e sanno essere particolarmente coinvolgenti, grazie soprattutto a dialoghi e cutscene che presentano risposte multiple importantissime per il futuro della propria squadra. 

Dunque se le mie esperienze vi hanno appassionato, date una occasione a questa incredibile nuova proposta della Konami, avvicinatevi a PES 2020 senza pregiudizi o idee pregresse. Create una vostra efficace e precisa opinione, giudicate le recenti produzioni con occhi critici generati solo dalle vostre ed uniche ideologie e sulla base dei vostri gusti. 

0 0 vote
Article Rating

Diteci la vostra!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x