Home » Attività » GIOVANE GIOCATRICE AMERICANA SALVA VITA DI UN SUO AMICO DISTANTE 8000 CHILOMETRI!

GIOVANE GIOCATRICE AMERICANA SALVA VITA DI UN SUO AMICO DISTANTE 8000 CHILOMETRI!

Salve salvissimo FollowHz!

Come riporta Dualshockers.com, i videogiochi possono essere un mezzo incredibilmente potente per unire tra loro le persone, anche quando vi sono interi oceani a tenerle fisicamente separate.

Un giocatore inglese ha scoperto che la propria vita è stata salvata dalla sua amica che vive in Texas.

Il diciassettenne Aidan Jackson stava parlando con la sua amica americana, Dia Lathora, quando ha avuto un collasso. Secondo il Liverpool Echo, Lathora si allarmò quando si interruppe la conversazione improvvisamente.

Il ragazzo, che soffre di ADHD e Asperger, era già stato colto da un attacco epilettico lo scorso mese di maggio con conseguente ricovero in ospedale per una settimana.

Allarmata per il silenzio da parte dell’amico, Lathora ha cercato di contattare il numero dei servizi di emergenza nel Regno Unito ma trovando, apparentemente,  delle difficoltà.

Alla fine, la giovane è riuscita a contattare qualcuno usando un contatto non di emergenza e la BBC ha un video che riporta la registrazione della chiamata.

Ecco come Dia ha spiegato l’accaduto: “Avevo appena rimesso l’auricolare e ho sentito quello che potevo solo descrivere come un collasso, e naturalmente ho iniziato a preoccuparmi e chiedere cosa stesse succedendo e se stesse bene, non trovando risposta ho iniziato immediatamente a cercare il numero di emergenza per l’UE. ”

“Dato che non funzionava ”, ha proseguito la giovane “non mi rimaneva che sperare nella chiamata di non emergenza, la quale ha un’opzione per parlare con una persona reale … e non saprei dirvi quante volte ho cliccato quel pulsante. “

Secondo quanto riferito, tre ufficiali di polizia sono arrivati presso l’abitazione di Jackson, i quali hanno poi informato i genitori del giovane che sono saliti al piano superiore trovando il figlio in stato di grave disorientamento e semi-incoscienza.

Dia ha poi spiegato che dopo aver riattaccato Jackson aveva iniziato a risponderle, ma non ricordava di avere avuto un collasso. “Non aveva idea di aver appena avuto un attacco, non ricorda nemmeno di aver avuto quella conversazione con me o sua madre.”

Dia ha sentito i genitori di Jackson e gli ufficiali di polizia entrare nella camera da letto e prendersi cura di lui attraverso l’auricolare e descrive l’incidente come “La cosa più surreale che fosse capitata”.

“Siamo così grati per quello che ha fatto Dia.” Ha dichiarato la madre di Jackson al Liverpool Echo. “Non potremo ringraziare abbastanza Dia e i servizi di emergenza per quello che hanno fatto, considerando le 4.750 miglia tra Dia e Aidan”.

I genitori sono rimasti sorpresi dalla rapidità con cui i servizi di emergenza hanno agito, stimando che Jackson ha subito il collasso all’incirca alle 21:00 GMT gli ufficiali di polizia arrivarono a casa intorno alle 21:40 GMT.

(Immagini tratte da  Dualshockers.com, Liverpool Echo, Sky News e Hollywood).

0 0 vote
Article Rating

Dicci la tua!

1 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x