Sony al CES 2020: PS5, Statistiche e Colpi in Canna

Bentornati cari FollowHz,

State pronti per esplorare l’ignoto!!!

Siamo solo agli inizi di Gennaio e Sony ha già iniziato a sparare alcune cartucce nascoste nel suo fucile. Il CES 2020, evento incentrato prettamente sui nuovi hardware in uscita quest’anno, ha visto la partecipazione sorprendente dei produttori di Playstation, il cui approccio però alla conferenza ha dato l’idea che nei prossimi mesi potrebbero esserci altri colpi in canna pronti per colpire in pieno petto noi appassionati. O almeno questa dovrebbe essere una delle ipotetiche motivazioni per cui la multinazionale di Tokyo abbia scelto di muoversi con i piedi di piombo e tirare il freno troppo preventivamente. L’attesa era tanta e le informazioni non sono state sufficienti a placare l’immenso Hype generato con i post pubblicati in questi giorni. 

Playstation 5, un semplice logo da milioni di like su Instagram, ma che è stato accompagnato da una presentazione fredda e rigida, troppo incentrata su prestazioni effettive senza andare ad esplorare molte domande che gli utenti magari si stavano ponendo. Il prezzo della console, la sua forma, qualche indizio su nuove feature o le innovazioni del Dualshock 5, niente di tutto questo è stato mostrato durante la conferenza. E potete comprendere come molti italiani, costretti ad assaporare uno show in orari notturni non proprio favorevoli, siano rimasti profondamente delusi da una tale mancanza di informazioni. Tutto troppo incentrato su manie di protagonismo portate avanti dagli sviluppatori, che senza un minimo di contegno hanno continuato a rinfacciare le grandi statistiche di vendite dei loro prodotti. 

Parli di infografiche e spuntano i dati matematici. Ecco le tanto apprezzate statistiche mostrate durante l’incontro notturno svoltosi a Las Vegas. Tralasciando il troppo spazio dato a queste analisi poco adatte ad un evento del genere, è inutile ribadire come il dipartimento della console di gioco in questione abbia sfornato un gioiellino del marketing, accompagnato dall’incredibile quantità di giocatori ancora iscritti a servizi come il PS Plus, non proprio soddisfacente come molti tendono a comunicare. Sorprendente anche il dato riferito alla Realtà Virtuale, che evidenzia come gli acquirenti appassionati del medium abbiano iniziato a considerare come settore primario anche quello dei Visori VR. I grandi numeri, però, non giustificano certe scelte compiute nei confronti di servizi non proprio all’altezza, con la cognizione di causa che se c’è una cosa di cui Xbox deve andare fiera, quella è l’incredibile offerta del Game Pass, che recentemente ha visto l’aggiunta di Killer Application multiplayer inaspettate.

 

Se ci soffermiamo anche sui pochi elementi divulgati sul lato Hardware, anche qui l’approssimazione arriva a livelli sconfinati. Dovete sapere che nella serata del CES 2020, oltre a Sony, ci sono state altre aziende esperte nel settore di schede grafiche come AMD che hanno svolto un lavoro eccellente nel bilanciare valori matematici e schematizzazione della comunicazione. Nella foto qui sopra potete invece ammirare l’inefficienza del metodo comunicativo dell’azienda protagonista di quest’articolo. Un tripudio di basilarità, approssimazione e scarsa dedizione nei confronti della divulgazione di notizie fresche. 

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nello spazio riservato ai commenti!!!

0 0 vote
Article Rating
Written by
Salve videogiocatori, mi chiamo Matteo Calvano, ho 16 e come potrete immaginare amo i videogiochi, anzi sono uno di quelli che li ritiene pura arte. Allenatore Pokémon dalla nascita, nel mio curriculum figurano mestieri come stratega, cacciatore di zombie e studente a tempo perso ?

Diteci la vostra!

0 0
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x