Home » Notizie » Caso Jarvis: Cosa ne pensiamo riguardo tutta la faccenda.

Caso Jarvis: Cosa ne pensiamo riguardo tutta la faccenda.

Salve a tutti i nostri FollowHz.

Dopo questa telenovela in cui noi non ci siamo voluti immischiare per evitare di trasformarci in qualche trasmissione per “Desperate Housewives”, preferendo di gran lunga il nostro approccio etico e funzionale della notizia, sinceramente ora però leggendo certe cose e commenti, due paroline The Director deve dirle.

I fatti li sapete ormai tutti, Jarvis uno dei pro-player del Faze Clan, nel suo account secondario ha usato dei Cheat su Fortnite ed Epic Games con una falciata stile decapitazione Settecentesca, ha bannato a vita il giocatore che poi in lacrime su youtube ha confessato tutto e chiesto scusa.

Le scuse non sono valse a nulla, come nulla sono valse le dichiarazioni di Ninja e della madre di Jarvis in sua difesa, niente di meno quelle del Faze Clan stesso.

Ovviamente come saprete anche voi, questo tipo di notizie creano due fronti ben definiti: I Difensori e gli Accusatori.

Cerchiamo di valutare però i due schieramenti e dare una valutazione equa e al di fuori delle parti, anche perchè i non-giocatori ovviamente, hanno riempito di insulti e di frasi fatte come “ecco ora andasse a lavorare” come se lui in quel momento non stesse lavorando.

Infatti cari non-player o non gamer, anche streammare è un lavoro a tutti gli effetti che viene regolarmente pagato visto che comunque non è che sia cosi bellissimo e non stancante stare incollati su uno schermo per ore ed ore, assicurandovi che con tutta la passione che vogliono metterci anche loro accusano momenti di tensione lavorativa, scadenze e poco tempo libero per fare i cavolacci loro, non sono solo “quelli che vanno in miniera” che meritano rispetto e riposo; siamo alle porte del 2020, cerchiamo di ragionare sulle nuove opportunità lavorative.

Proprio per questo motivo, io ritengo che il ban sia giusto cosi come quando avviene un licenziamento in un posto di lavoro e tocca andare altrove per cause di forza maggiore. Usare i Cheat equivale a fare una frode aziendale, ma pensando anche alla vicenda, Jarvis usava un secondo account quindi secondo me, ci starebbe una penale da scontare più che un ban a vita visto che Epic Games permette i cheat e non li elimina.

Nel mondo del lavoro difficilmente accadono seconde opportunità, quindi sicuramente gli servirà come lezione per la vita, vista la giovane età.
Sono solo contrario al giudizio cattivo ed incondizionato, visto che nessuno di noi è santo.

Voi cosa ne pensate?


Diteci la vostra!

2 0

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami