Salve salvissimo FollowHz!

Per quanto abbia più volte dichiarato che The Division 2 sia sostanzialmente apolitico nel proprio carattere, Ubisoft ha comunque impostato la propria campagna pubblicitaria in modo da sfruttare la minaccia della costruzione del muro al confine tra Messico e Stati Uniti, capovolgendo così quanto affermato dall’amministrazione Trump: all’interno del gioco è il Messico a costruire la barriera per ostacolare l’ingresso di rifugiati statunitensi entro i propri confini.

A quanto riportato da PlayStationLifeStyle.it, la compagnia francese si spinta al punto di pubblicare tramite post su Twitter un falso comunicato stampa dove viene si riferisce che il Messico ha eretto un muro per impedire che l’ingresso di illegali americani nel paese, dati i disordini e l’instabilità che il vicino settentrionale deve affrontare.

Nel documento si legge quanto segue: “Non è tempo di fare considerazioni politiche o finanziarie riguardo a garantire subito la sicurezza e la protezione del popolo del Messico”. Il comunicato ha espresso un “mandato di tolleranza zero” nel permettere a cittadini statunitensi di entrare in Messico “con migliaia e migliaia di di soldati delle truppe governative membri della polizia federale” a presidiare il confine.

Questa nuova linea di marketing, quali che possano essere le posizioni in merito, sembra contraddire le parole di Alf Cornelius, direttore esecutivo di Massive Entertainment, il quale ha affermato che il binomio videogiocho e politica è nocivo per gli affari.

Di diversa opinione è Yves Guillemont il quale ha esposto il suo pensiero parlando ai microfoni del Guardian nel giugno del 2018: “Il nostro obbiettivo quando creaiamo videogiochi, è far riflettere la gente. Vogliamo mettere le persone di fronte a domande che non si pongono automaticamente”.

Sicuramente non saranno poche le discussioni che nasceranno da una strategia pubblicitaria di questo genere.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricopia i numeri che vedi in basso *